rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Mobilità

Il "buco nero" del Gps a Roma (e nelle grandi città europee)

La Capitale è tra i grandi centri urbani dell'Ue dove le app di navigazione stradale funzionano peggio

Che guidare a Roma non fosse la più facile delle imprese, è cosa nota a tutti. Ma adesso, a intaccare la mobilità della Capitale, oltre al traffico, alle buche e alla cattiva viabilità, si aggiunge anche il “buco nero” del Gps. Roma, infatti, è tra le grandi città europee dove gli automobilisti hanno la più alta probabilità di sperimentare un calo del segnale Gps e un rallentamento della rete, con annesso crash delle applicazioni di navigazione stradale. E' quanto emerge da uno studio condotto dal sito Confused.com.

L’impatto del cattivo funzionamento del Gps nella vita dei cittadini è molto semplice: meno questo funziona più ci si perde. Roma ha ottenuto un punteggio di "fallimento della navigazione" di 56,33 su 100, posizionandosi al dodicesimo posto tra le peggiori città in Europa. Nel primo quadrimestre del 2021 l'antica città ha sperimentato 28 guasti ai satelliti, aggiudicandosi questa volta l'ottavo (peggior) posto in Europa.

Il punteggio considera i fattori che possono contribuire all'accuratezza del guidatore, alla sicurezza e ai tempi di viaggio, come l'accesso alle app delle mappe e gli aggiornamenti in tempo reale sul viaggio e sul traffico. Per determinare il punteggio, Confused.com, che ha condotto la ricerca, ha analizzato il numero totale di guasti dei satelliti Gps, la velocità di download di internet e la latenza di internet all'interno di ogni città.

La città ad aggiudicarsi il primato europeo come peggior città in cui utilizzare le mappe è Sofia, in Bulgaria che ottiene un punteggio di 91,97 su 100. Al secondo posto troviamo invece Barcellona, che si aggiudica il secondo posto con 90,83 su 100. La città catalana ha sperimentato l'82 per cento in più di guasti ai satelliti rispetto a Sofia (67 contro 37) tra gennaio e aprile 2021. Tuttavia, i conducenti di Barcellona hanno meno probabilità di avere problemi di velocità di internet rispetto a quelli della capitale bulgara. In media, lo 0,43% dei test a Barcellona è risultato in una velocità di download lenta - lo 0,42 per cento in meno di Sofia (0,85 per cento).

Al terzo posto troviamo Stoccolma, in Svezia, con un punteggio di fallimento della navigazione di 88,53 su 100. La capitale scandinava ha sperimentato il secondo più alto numero di guasti del segnale Gps in Europa (103), solo il 59 per cento in meno di Helsinki, Finlandia, al primo posto (254). La capitale scandinava ha anche avuto la quarta più alta percentuale di test con una velocità di download lenta (0,34 per cento) - solo lo 0,09 per cento in meno di Barcellona.

In controtendenza troviamo Parigi, che si aggiudica il premio come miglior città, non solo nella classifica europea ma anche in quella mondiale, dove utilizzare il Gps. La capitale francese nel primo trimestre del 2021 ha rilevato zero guasti al segnale e zero problemi legati la velocità di download.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "buco nero" del Gps a Roma (e nelle grandi città europee)

Today è in caricamento