rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Diplomazie al lavoro

A Bruxelles 3 vertici in 24 ore: le decisioni Ue-Nato sulla guerra in Ucraina

L’Alleanza atlantica verso un nuovo aumento della presenza militare nell’Est Europa. Atteso il collegamento di Zelensky con il Consiglio europeo

L’atterraggio all’aeroporto di Bruxelles dell’Air force one con a bordo Joe Biden ha dato il via alle 24 ore che verranno scandite da tre vertici internazionali, rispettivamente della Nato, del G7 e dell’Ue. Il grande giorno della diplomazia internazionale comincerà con il summit straordinario della Nato convocato per decidere le contromosse dell’Alleanza atlantica all’invasione russa in Ucraina. Seguirà la riunione del G7 e, infine, il Consiglio europeo tra i ventisette leader Ue.

A un mese esatto dall’ingresso dei carri armati russi sul suolo ucraino, i capi di governo dei trenta Paesi Nato daranno il via libera a un rafforzamento della presenza militare nell’Est Europa. “Mi aspetto che i leader accetteranno di rafforzare la posizione della Nato in tutti i domini con importanti incrementi di forze nella parte orientale dell’Alleanza: a terra, in aria e in mare”, ha detto il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, in vista del summit straordinario. 

“Il primo passo - ha aggiunto l’ex premier norvegese - è il dispiegamento di quattro nuovi battlegroup della Nato in Bulgaria, Ungheria, Romania e Slovacchia”. Questi ultimi tre Paesi confinano direttamente con l’Ucraina e chiedono da tempo un rafforzamento difensivo. Con l'accordo dei leader "avremo otto battlegroup Nato dal Baltico al Mar Nero”, ha evidenziato Stoltenberg. 

Dalla riunione del G7 ci si aspetta che dai leader arrivi l'ok a un sistema di coordinamento sull'applicazione delle sanzioni alla Russia. Nel vertice si dovrebbe affrontare anche il ‘caso Cina’, accusata di fornire supporto materiale alla Russia nella sua guerra contro l'Ucraina.

Il corteo presidenziale di Biden e dei ventisette leader Ue si sposterà infine al Palazzo Europa, l’edificio di Bruxelles dove si tiene il Consiglio europeo. Il presidente Usa, ospite d’onore del vertice, parteciperà a un dibattito coi leader europei incentrato naturalmente sulla risposta alle azioni militari di Mosca, ma anche sulla riaffermazione dell'unità euroatlantica in difesa dell’Ucraina. Anche qui si prevede che qualche leader citerà i problemi posti dal rapporto tra Russia e Cina e la necessità di fare più pressioni su Pechino affinché si adoperi per convincere il Cremlino a trovare una soluzione diplomatica con Kiev.

Nel corso del vertice Ue è previsto anche un videocollegamento con Volodymyr Zelensky, il presidente ucraino rimasto a Kiev nonostante l’invasione in corso e i conseguenti rischi per la sua incolumità. Il discorso di Zelensky è atteso intorno alle 19, più o meno in contemporanea con la partenza di Biden da Bruxelles. Una trasferta che il presidente Usa spera di capitalizzare con qualche passo avanti nello sganciamento dell’economica europea dal legame con la Russia, ma anche con nuove decisioni che rafforzino la resistenza ucraina contro l’esercito russo.

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Bruxelles 3 vertici in 24 ore: le decisioni Ue-Nato sulla guerra in Ucraina

Today è in caricamento