rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Attualità

A Bruxelles si accende la lotta sul clima: 238 arresti alla manifestazione ecologista

Il gruppo Extinction Rebellion chiama alla mobilitazione: bloccata la strada della capitale belga che divide la Commissione dal Consiglio europeo

Dopo tanto "blah blah", come direbbe Greta Thunberg, è il tempo della rabbia. Si chiama “Time4rage” la nuova protesta per il clima portata nelle strade di Bruxelles dal gruppo ambientalista Extinction Rebellion. La formazione ecologista, ribelle per antonomasia, ha bloccato la strada che divide la sede della Commissione europea da quella del Consiglio, nonché una delle arterie principali del traffico cittadino della capitale belga. Rue de la Loi sabato pomeriggio è rimasta chiusa al traffico per oltre due ore, il tempo necessario alla polizia belga per trascinare di peso gli attivisti nei furgoni delle forze dell’ordine. Il ‘bilancio’ della protesta è stato di 238 arresti. 

Il movimento ecologista è ormai famoso in tutto il mondo per le proteste ai limiti della legalità, dagli improvvisati blocchi al traffico alle occupazioni dei luoghi simbolo come la Porta di Brandeburgo a Berlino. Fonti di Extinction Rebellion hanno chiarito alla stampa locale di aver chiesto alle forze dell’ordine di poter protestare sulla strada che porta dal parco del Cinquantenario ai giardini reali per denunciare la risposta politica alla crisi ecologica che considerano “disastrosa”.

“Attraverso questa azione di disobbedienza civile non violenta, il movimento ha voluto esprimere la sua rabbia dopo anni di proteste, scioperi studenteschi e petizioni”, hanno detto rappresentanti di Extinction Rebellion. “I nostri politici non rimangano inattivi, aggravando il problema e sostenendo industrie dannose”, hanno aggiunto. 

La polizia belga, a seguito della richiesta degli attivisti, aveva offerto “di accettare una protesta statica”, che non mettesse in crisi la viabilità nella capitale. “Ma questa offerta è stata rifiutata”, ha spiegato un portavoce della centrale di polizia di Bruxelles.

Gli agenti, accompagnati da cani e supportati da un elicottero che sorvolava la zona, hanno dunque effettuato l'arresto degli attivisti che si erano sdraiati sulla strada. Secondo la polizia, tutti i 238 arrestati sono stati rilasciati poche ore dopo. 

“Sempre più politici internazionali stanno dando l'impressione di riconoscere l'urgenza della situazione”, ha affermato dopo l’azione di protesta Xavier De Wannemaeker, portavoce di Extinction Rebellion. “Eppure c'è un enorme divario tra le loro parole e le loro azioni”, ha aggiunto con amarezza. “Spesso fanno l'opposto di quello che dovrebbero fare per mantenere il nostro pianeta abitabile”, ha concluso l’attivista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Bruxelles si accende la lotta sul clima: 238 arresti alla manifestazione ecologista

Today è in caricamento