Covid, Bruxelles verso il coprifuoco. E i giostrai protestano

Nella capitale belga salgono i nuovi contagi e si pensa a misure restrittive come quelle adottate ad Anversa, dove è scattato il lockdown notturno. Annullata la Fiera di Midi

A Bruxelles l'epidemia di Covid-19 sembra riprendere piede e alcuni casi sono stati segnalati anche nelle case di riposo. Una situazione definita dagli esperti "preoccupante", tanto che le autorità locali non escludono il ritorno di misure drastiche come il coprifuoco notturno decretato nella vicina Anversa. Di contro, nel settore del commercio in particolare sale il malcontento, a partire dai giostrai che si sono visti negare la Fiera di Midi, annuale appuntamento per famiglie dell'estate della capitale europea. 

Salgono i contagi 

Da qualche settimana, negli ospedali di Bruxelles i test riportano precentuali di posività che si registravano a inizio giugno: "È preoccupante. Penso che ormai a Bruxelles la situazione sia non molto lontana da quella di Anversa", ha dichiarato Kenneth Coenye, capo medico della Cliniques Saint-Jean. "Facciamo circa 500 test a settimana nel nostro ospedale. Negli ultimi dieci giorni abbiamo ottenuto circa il 6,8% di risultati positivi, una percentuale molto più alta della media belga di giugno, che era dello 0,8%".  A preoccupare sono soprattutto le zone più popolari della città, come Anderlecht, dove il 7% dei test risulta positivo. "Si tratta di persone che spesso si incontrano in gran numero sotto lo stesso tetto e che trascorrono molto tempo per strada. Condizioni per cui il virus si diffonde molto più facilmente", spiega Coenye. 

A confermare la circolazione del virus sono anche i dati provenienti da 5 case di riposo di Bruxelles, dove alcuni pazienti sono risultati positivi. Per fortuna, dopo l'esperienza traumatica di inizio pandemia, quando diversi centri per anziani furono travolti dal Covid-19, le misure precauzionali e di emergenza elaborate dalle autorità sanitarie sembrano essere riuscite a evitare ulteriori contagi. 

I giostrai protestano

Sebbene a Bruxelles si cominci a parlare di un lockdown notturno e di nuove restrizioni, c'è chi protesta con quelle già decise dalle autorità locali. I giostrai belgi, infatti, hanno deciso di sfilare per le strade della Capitale in segno di protesta contro la decisione di annullare la Fiera di Midi, appuntamento annuale dell'estate bruxellese. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo aver perso le fiere di primavera e di inizio estate, il settore sperava di recuperare con i grandi appuntamenti di luglio e agosto, tra cui per l'appunto la Fiera di Midi. Ma a causa dell'aumento dei contagi nel Paese, quando ormai la Fiera di Midi era pronta ad aprire i battenti, il governo centrale ha decretato lo stop a tutti gli eventi pubblici.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Ue "promuove" la Calabria sul Covid: unica regione verde in Italia e tra le poche in Europa

  • Ue vara la prima mappa comune del Covid: Italia in codice arancione, rosso per Spagna, Olanda e Francia

  • Il décolleté della premier divide la Finlandia: "Fa la modella invece di pensare al Covid"

  • Conte va via e lascia Merkel a rappresentare l'Italia al vertice Ue. La Lega attacca (ma è la prassi)

  • Addio "lockdown smart", l'Olanda chiude bar, coffeeshop e ristoranti e vieta l'alcool

  • Il villaggio di Babbo Natale è in crisi per colpa del Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento