menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brexit, l'Ue pronta a tagliare i fondi alle ong britanniche che si occupano di cooperazione

Tra il 2012 e il 2016 hanno ricevuto da Bruxelles 1,2 miliardi. Risorse che subiranno una grossa riduzione dopo l'uscita del Regno Unito in caso di mancato accordo

Le ong britanniche che si occupano di sviluppo perderanno “milioni di euro” di aiuti da parti di Bruxelles in caso di mancato accordo tra l'Ue e la Gran Bretagna su Brexit. Lo scrive il Guardian, citando un documento secondo cui le ong riceveranno entro la fine del mese una lettera da parte della Commissione con cui sarà comunicata l'intenzione di effettuare i tagli. 

Il documento stabilisce che senza un accordo di ritiro concordato entro il 29 marzo 2019, le società e le ong britanniche, come Oxfam, che si sono aggiudicate finanziamenti per borse di studio, contratti e servizi finanziati dalla Ue cesseranno di ottenere i fondi. Tra il 2012 e il 2016, l'Ue ha destinato 1,2 miliardi di euro (1,06 miliardi di sterline) a ong britanniche che si occupano di sviluppo e di aiuti in tutto il mondo. Nel 2016 sono stati assegnati a organizzazioni britanniche contratti e sovvenzioni per 356,9 milioni di euro (315,4 milioni di sterline).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento