rotate-mobile
Venerdì, 26 Novembre 2021
Attualità

"Peppa Pig simbolo di un Regno Unito globale", Johnson deriso per il suo 'caotico' discorso

Parlando alla Confindustria nazionale ha usato il cartone come metafora della creatività nazionale che si è riuscita a imporre a livello internazionale, nonostante la Bbc lo avesse inizialmente rifiutato

L'ammiraglio Horatio Nelson, che ha guidato la flotta britannica in battaglie in tutto il mondo, o magari Charles Darwin, l'esploratore che ha per primo elaborato la teoria dell'evoluzione grazie alle scoperte fatte viaggiando in giro per il globo. No, per Boris Johnson il simbolo della Gran Bretagna globale è Peppa Pig, il cartone che spopola tra i più piccoli. Sta scatenando ilarità (e polemiche) un discorso che il premier britannico ha tenuto alla Confindustria britannica.

Il politico conservatore, mentre interveniva di fronte ai rappresentanti delle imprese, a un certo punto ha iniziato a parlare a braccio. "Ieri sono andato, come tutti noi dovremmo, a Peppa Pig World. Alzi la mano chi ci è andato?”, ha chiesto nello stupore generale. E quando (stavolta per il suo di stupore), quasi nessuno ha alzato la mano Johnson ha continuato: “Mi pare strano, io lo adoro. Peppa Pig World è il mio genere di posto: ha strade molto sicure, disciplina nelle scuole, forte enfasi sui sistemi di trasporto di massa". Poi, ha continuato raccontando il perché a suo avvito il cartone animato sia il simbolo di una Gran Bretagna globale. “Chi avrebbe mai creduto che un maiale che sembra un asciugacapelli o forse un asciugacapelli disegnato da Picasso, un maiale che è stato rifiutato dalla Bbc, ora è stato esportato in 180 Paesi con parchi a tema sia in America che in Cina, nonché nella New Forest”, ed è “un business che vale almeno sei miliardi di sterline in questa nazione – e continua a crescere”, ha continuato, aggiungendo: “Io penso che sia puro genio, non trovate? Nessun governo al mondo, nessun funzionario di Whitehall, avrebbe immaginato Peppa”.

Il video ha fatto il giro della rete finendo su tutti i social, scatenando ilarità contro il premier e non poche polemiche. "Le aziende chiedono chiarezza. Invece, tutto ciò che hanno ottenuto è stato Boris Johnson che divagava su Peppa Pig. È una metafora perfetta per un governo caotico e incompetente”, ha attaccato il leader dei liberaldemocratici, Ed Davey, secondo cui si è trattato di un comportamento “non degno di un primo ministro britannico”. Il discorso "caotico" è stato criticato dal cancelliere ombra del Labour, Rachel Reeves, che ha affermato che l'intervento ha mostrato "quanto poco sul serio il premier prende gli affari britannici", concludendo: "Nessuno rideva, perché la battuta non è più divertente. Il lavoro è il vero partito degli affari”. Ma dopo le polemiche e le critiche Johnson ha rivendicato la correttezza delle sue parole: "Penso che le persone abbiano capito la stragrande maggioranza dei punti che volevo sostenere. Penso che sia andato tutto bene".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Peppa Pig simbolo di un Regno Unito globale", Johnson deriso per il suo 'caotico' discorso

Today è in caricamento