rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Solidarietà

L'Ue lancia il "bonus psicologo" per i rifugiati ucraini

Stanziati 7 milioni di euro per cure alla salute mentale e supporto psicosociale

La Commissione europea ha stanziato 7 milioni di euro per fornire cure per la salute mentale e supporto psicosociale alle persone in fuga dall'Ucraina. Una sorta di "bonus psicologo" per i milioni di rifugiati che hanno raggiunto l'Ue dallo scoppio della guerra. 

I fondi, proveniente dal programma Eu4health, saranno destinati alla Croce Rossa, che si occuperà di dare assistenza ai rifugiati "che hanno sperimentato gravi problemi di salute mentale e traumi psicologici", fornendo loro "primo soccorso psicologico e valutazione, nonché cure per la salute mentale e supporto psicosociale a lungo termine, nella loro lingua", si legge in una nota di Bruxelles.

L'accordo riguarda per il momento cinque Paesi dell'Ue (Polonia, Slovacchia, Ungheria, Romania, e Repubblica Ceca) e avrà una durata di 24 mesi. “Per oltre tre mesi, milioni di persone innocenti in Ucraina sono state costrette a fuggire dalle proprie case e a vivere le cicatrici e i traumi della barbara guerra russa in Ucraina - dice Stella Kyriakides, commissaria europea per la Salute - Le persone che scappano dai bombardamenti hanno bisogno di un supporto psicologico specifico mentre iniziano a ricostruire le loro vite. Con il prezioso supporto e la competenza della Croce Rossa e delle ong partner, ci impegniamo a fornire servizi essenziali ai rifugiati che arrivano nell'Ue", conclude.

La Commissione europea ha anche annunciato nuovi aiuti umanitari all'Ucraina, per un valore di 205 milioni di euro, e un programa da 20 milioni di euro per finanziare start-up ucraine.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ue lancia il "bonus psicologo" per i rifugiati ucraini

Today è in caricamento