rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Aiuti umanitari

La birra ucraina sbarca al supermercato: gli utili a Caritas e altre ong umanitarie

Chernigivske, la "bionda" più popolare a Kiev, sarà commercializzata in Europa dal gigante belga Ab InBev. Attesi ricavi per 4,5 milioni di euro

Il gigante della birra AB InBev commercializzerà presto Chernigivske, la marca di birra più popolare dell'Ucraina, in Belgio. Il ricavato delle vendite sarà interamente donato a organizzazioni umanitarie attive in Ucraina, tra cui la Caritas. Secondo la multinazionale, riporta LaLibre, l’iniziativa dovrebbe permettere di ricavare almeno 4,5 milioni di euro. 

Dato che le fabbriche di Ab InBev in Ucraina sono attualmente ferme, il gigante della birra produrrà la Chernigivske a Leuven prima di introdurla sul mercato belga. L'originale birra ucraina prende il nome dalla città di Chernihiv nel nord dell'Ucraina e viene prodotta in Ucraina dal 1988.

Ab InBev ha già fornito assistenza critica ai suoi 1.800 dipendenti e alle loro famiglie in Ucraina, ha donato 2 milioni di lattine di acqua potabile d'emergenza e ha collaborato con altre aziende e organizzazioni non profit per contribuire all'invio di cibo, coperte e forniture mediche a coloro che si trovano nel paese e nelle aree di soccorso dei rifugiati circostanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La birra ucraina sbarca al supermercato: gli utili a Caritas e altre ong umanitarie

Today è in caricamento