Martedì, 26 Ottobre 2021
Attualità

"I bimbi hanno paura di tornare a scuola per il coronavirus", l'allarme dei pediatri

In Spagna aumento delle richieste d'aiuto da parte dei genitori preoccupati dal comportamento ipocondriaco dei propri figli. Alcuni esperti prevedono un'emergenza psichiatrica, ma le autorità rassicurano: "Effetti che non durano nel lungo periodo"

Impauriti, ipocondriaci, ossessionati. Le autorità sanitarie dei Paesi europei registrano un aumento di richieste di consulenze pediatriche per approfondire le difficoltà dei bambini a uscire di casa. A parlarne con i giornalisti sono soprattutto i pediatri e gli esperti di psicologia infantile della regione di Madrid, tra le prime in Europa a chiudere le scuole per limitare il contagio di coronavirus. Altro dato su cui le autorità sanitarie locali concordano è che capita sempre più spesso di sentire genitori impauriti che rifiutano di far uscire i propri figli di casa. 

Dalla pandemia all'emergenza psichiatrica

La psichiatra Azucena Díez, parlando con El Pais, rivela il rischio che la pandemia si trasformi in un’emergenza psichiatrica. “Al momento - spiega - vengono da me bambini molto affezionati ai genitori o impauriti che si sentono a proprio agio in questa situazione a casa, ma tra un mese o due avremo molte consultazioni relative a questi comportamenti caratterizzati da ipocondria e ossessioni”. “I bambini timorosi o ansiosi - prosegue - in presenza di un elemento di stress è normale che manifestino disturbi ossessivi e compulsivi, per esempio”. 

I consigli del ministero

Lo psichiatra infantile José Luis Pedreira, consulente del ministero della Salute spagnolo, ritiene che non vi siano ancora motivi di allarme e sottolinea che gli studi condotti sui bambini in Cina mostrano che questi effetti “non durano nel lungo periodo” e vengono superati con semplici accorgimenti, “uscire a fare passeggiate” per consentire al bambino di riabituarsi a non stare a casa. 

Buone pratiche 

Per combattere queste paure e impedire che si trasformino in fobie, la psicologa Elena Domínguez sottolinea che è necessario parlare di “comportamenti pericolosi e non di luoghi o persone a rischio” in modo che ai bambini venga spiegato “come proteggersi in maniera razionale, senza usare argomenti facili”, conclude. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"I bimbi hanno paura di tornare a scuola per il coronavirus", l'allarme dei pediatri

Today è in caricamento