Martedì, 16 Luglio 2024
L'incidente / Spagna

Bimba di due anni cade in piscina e affoga, la trova la sorellina

La tragedia è accaduta in una casa della città catalana di Tarragona, dove la famiglia era andata a passare le vacanze. Inutile purtroppo l'intervento del Pronto soccorso

Una bambina di soli due anni è caduta nella piscina della casa di villeggiatura in cui si trovava la sua famiglia, affogando, e il suo corpo è stato trovato dalla sorellina. La terribile tragedia è avvenuta a Tarragona, in Spagna, dove la famiglia di origine tedesca e russa, stavano trascorrendo le vacanze. Secondo quanto confermato mercoledì dalla polizia, la piccola è caduta accidentalmente nella piscina privata della città catalana ed è stata la sorella a trovarla sul fondo e ad allertare i genitori, ma purtroppo era troppo tardi e non c'è stato nulla da fare per salvarla.

Come riporta El Pais l'allarme è stato dato alle 19.30 di ieri sera (martedì 25 luglio), ma nonostante i medici del servizio di emergenza siano arrivati prontamente sul posto per cercare di salvarla, la bambina era già morta e i tentativi di rianimarla sono stati inutili. Con quest'ultima vittima, sono ora 19 le persone morte per annegamento in piscine, fiumi o spiagge quest'estate in Catalogna.

Le morti per annegamento nel Paese iberico sembrano purtroppo piuttosto comuni. A giugno sono stati segnalati 57 decessi di persone affogate, il che lo rende il mese con il secondo maggior numero di decessi per questa causa negli ultimi nove anni. Secondo il Rapporto Nazionale sugli Annegamenti (Ina) della Reale Federazione Spagnola di Salvataggio e Soccorso (Rfess), che tiene i registri dal 2015, solo giugno 2017 ha registrato il maggior numero di annegamenti in Spagna in un mese: con un totale di 70 vittime.

Continua a leggere su Europa.Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba di due anni cade in piscina e affoga, la trova la sorellina
Today è in caricamento