L'Ue all'Italia: "Non mischi migranti e bilancio, penalità se non versa i contributi"

Il commissario al Budget Oettinger: "Il Paese merita il nostro appoggio per affrontare i flussi ma tutti i membri dell'Unione sono obbligati a pagare la loro parte in tempo". Di Maio: "Ipocrita"

ANSA/ANGELO CARCONI

Una cosa è la gestione dl fenomeno migratorio, dove si può chiedere più solidarietà agli altri Stati membri, un'altra è il dovere di ogni Paese di contribuire alla sua parte del Bilancio europeo. L'avvertimento è arrivato dal Commissario al Budget, Guenther Oettinger, in un'intervista al quotidiano Die Welt. "Si può solo avvertire Roma di non mischiare la questione sulla politica migratoria con il bilancio dell'Unione Europea. Tutti i membri dell'Unione sono obbligati a versare i loro contributi in tempo. Qualsiasi altra cosa sarebbe una violazione del trattato che potrebbe comportare il pagamento di interessi", ha affermato il membro tedesco dell'esecutivo Juncker, rispondendo al vicepremier Luigi Di Maio che ha minacciato di “tagliare i fondi che diamo all’Unione europea”.

"L'Italia merita il nostro appoggio nell'affrontare la crisi migratoria e le sue conseguenze", dice Oettinger, aggiungendo però l'avvertimento a "non mischiare la questione sulla politica migratoria con il bilancio dell'Unione Europea". Altre dichiarazioni del commissario compaiono oggi anche sull'edizione online del quotidiano austriaco Tiroler Tageszeitung, che ha intervistato il commissario in occasione del recente Forum di Alpbach. "Conosciamo i grandi sforzi che l'Italia per anni ha compiuto per i rifugiati. E facciamo tutto il possibile per sostenere finanziariamente l'Italia", le parole di Oettinger. "Per alleggerire il peso sull'Italia", prosegue, "abbiamo distribuito rifugiati in altri stati membri". Anche alla testata austriaca, Oettinger ribadisce che "gli stati membri devono fornire i loro contributi che sono stati concordati". L'Italia, "contribuisce con 3 miliardi di euro, non 20 miliardi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il commissario Oettinger continua ad esternare ogni giorno da quando gli abbiamo detto che non gli diamo i soldi. Non li abbiamo sentiti quando abbiamo chiesto una mano sull'immigrazione... La nostra posizione sul veto al bilancio resta, se poi nei prossimi giorni vorranno cominciare a riscoprire lo spirito di solidarietà allora forse ne parliamo", è stata la risposta di Di Maio. "Le dichiarazioni di questi giorni - ha proseguito il vicepremier - sono ancora più ipocrite perché non li avevamo sentiti per tutti i giorni della crisi Diciotti e adesso si fanno sentire quando hanno capito che l'Italia rischia di non dargli più miliardi di euro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa tra turisti e polizia, in Belgio accesso alle spiagge limitato ai residenti

  • Scrive "vuoi sposarmi?" con 100 candeline, e la casa prende fuoco

  • Omicidi e guerre tra narcotrafficanti: in Svezia e Olanda è emergenza criminalità

  • Casi in aumento ma ai ravers non importa: tekno party con 10mila persone

  • "Le mascherine riducono anche la gravità del coronavirus per chi le indossa"

  • I vegani ora hanno il loro partito che correrà alle elezioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento