Approvato il bilancio Ue, 490 milioni di euro in più per Erasmus e ricerca

Più fondi anche per immigrazione e protezione del clima. Il relatore Viotti (Pd): “L'anno prossimo cittadini e imprese avranno più risorse a disposizione”

Un bilancio “al servizio degli europei, dei giovani, dell'innovazione, dell'occupazione, della sicurezza e della difesa”, è quello approvato dalla plenaria di Strasburgo secondo il presidente della commissione Budget, il liberale francese Jean Arthuis. I deputati hanno dato il via libera al bilancio 2019 con 451 voti in favore, 142 voti contrari e 78 astensioni. Nel testo sono previste più risorse per affrontare immigrazione, disoccupazione giovanile, protezione del clima, 490 milioni di euro in più per Erasmus+ e per i programmi di ricerca ma anche tagli ai finanziamenti per la Turchia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Abbiamo fornito risposte su due priorità principali. Per quanto riguarda la ricerca, siamo riusciti a stanziare altri 150 milioni di euro, quasi l'11% in più rispetto al 2018, per preparare il futuro dell'Europa. Su Erasmus, che ci sta tanto a cuore, siamo riusciti ad aggiungere 240 milioni di euro”, ha rivendicato Arthuis. Secondo il relatore del testo, l'italiano Daniele Viotti del Pd, “il Parlamento può essere orgoglioso del bilancio che abbiamo ottenuto”, in quanto “l'anno prossimo i cittadini europei, le nostre istituzioni e i nostri comuni, i nostri organismi di ricerca, i giovani, le imprese e le Pmi, quelle che innovano, avranno a disposizione molte più risorse”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Ue "promuove" la Calabria sul Covid: unica regione verde in Italia e tra le poche in Europa

  • Il décolleté della premier divide la Finlandia: "Fa la modella invece di pensare al Covid"

  • Altro che Mes, l'Italia pronta a rinunciare anche ai prestiti del Recovery fund

  • Conte va via e lascia Merkel a rappresentare l'Italia al vertice Ue. La Lega attacca (ma è la prassi)

  • È vero che l'Ue vuole tassare la prima casa? Sì, ma solo se sei ricco

  • Il villaggio di Babbo Natale è in crisi per colpa del Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento