rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Covid-19 / Germania

La Germania minaccia di spegnere Telegram: ospita i gruppi di estremisti no-vax

Nelle scorse settimane rappresentanti e giornalisti ritenuti favorevoli all’obbligo vaccinale hanno ricevuto lettere minatorie e pezzi di carne “contaminati” col Covid

Il governo tedesco è pronto a mettere al bando sul suo territorio l'app di messaggistica Telegram. Ad annunciarlo è stata la ministra dell’Interno, Nancy Faeser, dopo che le forze dell’ordine hanno stabilito che gli ambienti del radicalismo no-vax protagonisti di intimidazioni e minacce hanno usato l'app per organizzarsi e coordinare le loro azioni. La chiusura di Telegram, ha spiegato la ministra, “non può essere esclusa” anche se tale scelta “seria” va presa “come ultima risorsa” nel contrasto ai fenomeni di antagonismo. “Tutte le altre opzioni devono essere prima esaurite”, ha garantito Faeser.

Telegram è finita sotto accusa dallo scorso 8 dicembre, quando la magistratura tedesca ha aperto un'indagine a seguito della trasmissione di un servizio televisivo. I giornalisti tedeschi erano riusciti ad avere accesso al contenuto di un gruppo Telegram da un centinaio di membri uniti dalla loro opposizione al vaccino, allo Stato e all'attuale politica sanitaria. La procura competente ha riferito di aver trovato messaggi audio che invitavano a opporsi “se necessario, con le armi” alle misure entrate in vigore a causa del picco dei contagi da Covid-19. Le forze dell’ordine hanno appreso dai messaggi un piano di omicidio del primo ministro della Sassonia, Michael Kretschmer, e di altri rappresentanti del governo regionale.

Nelle stesse settimane, diversi giornalisti e rappresentanti delle istituzioni hanno ricevuto lettere minatorie perché additati come favorevoli all’imposizione della vaccinazione obbligatoria. Le lettere erano accompagnate da pezzi di carne avvolti in un foglio di alluminio ed etichettati come “contaminati” da Covid-19 e Zyklon B, il gas usato dai nazisti per sterminare gli ebrei.

Successive analisi hanno dimostrato che la carne non rappresentava alcun pericolo. Rassicurazioni che non sono bastate al cancelliere Olaf Scholz, il quale ha garantito che non si sarebbe lasciato intimidire. Secondo Scholz, gli estremisti no-vax sono “una piccola minoranza” che “si è allontanata dalla nostra società, dalla nostra democrazia, dalla nostra comunità e dal nostro Stato, oltre che dalla scienza, dalla razionalità e dalla ragione”. “Non permetteremo a una piccola minoranza di estremisti di cercare di imporre la propria volontà alla società nel suo insieme”, ha concluso il capo del governo che si prepara a una clamorosa decisione, quella di chiudere una delle più popolari app di messaggistica a livello mondiale perché non prende provvedimenti contro gli estremisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Germania minaccia di spegnere Telegram: ospita i gruppi di estremisti no-vax

Today è in caricamento