Esplosione a Beirut, "Ue pronta a fornire assistenza e supporto"

Sale a più di 100 morti e 4mila feriti il bilancio della tragedia. Il presidente del Consiglio europeo Michel: "Rimanete forti". Il commissario Gentiloni: "Solidarietà a questa città, alla sua bellezza e alle sue sofferenze"

Foto Ansa EPA/WAEL HAMZEH

L'Unione europea è pronta a dare un mano al Libano a rialzarsi dopo la tremenda tragedia di Beirut dove a causa di una tremenda esplosione, le cui cause devono ancora essere appurate, sono morte più di 100 morti e ci sono stati oltre 4 mila feriti.

"La Ue è pronta a fornire assistenza e supporto", ha promesso in un tweet il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, esprimendo le condoglianze per le famiglie delle vittime dell'esplosione che ha sconvolto Beirut. "Rimanete forti", ha esortato Michel. L'Unione europea esprime la sua "massima solidarietà e il pieno sostegno" alle famiglie delle vittime, al popolo libanese e alle autorità ha dichiarato l'Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza, Josep Borrell Fontelles, mentre il commissario italiano, Paolo Gentiloni, ha espresso “solidarietà a questa città, alla sua bellezza e alle sue sofferenze”. Il giorno dopo l'esplosione è salito a più di 100 morti, oltre 4 mila feriti e un centinaio di dispersi il bilancio della doppia devastante esplosione che è avvenuta nei pressi del porto di Beirut.

Per il presidente Usa, Donald Trump, le esplosioni sono state causate da una bomba. Una tesi che è stata però contraddetta da tre fonti anonime della Difesa Usa citate dalla Cnn, secondo le quali non ci sono indicazioni di attacchi. Le stesse autorità libanesi, che hanno invitato chi può a lasciare la città a causa dell'aria tossica, hanno al momento ammesso che le deflagrazioni sono avvenute in un deposito nei pressi del porto, dov'erano custodite 2.750 tonnellate di nitrato di ammonio, confiscate anni fa a contrabbandieri. Una sostanza pericolosissima che è deflagrata forse per le scintille sprigionatesi durante un'operazione di saldatura nel magazzino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Stiamo assistendo ad un'enorme catastrofe", ha detto il capo della Croce Rossa libanese George Kettani ai media locali. "Ci sono vittime e vittime ovunque. Oltre 100 persone hanno perso la vita. Le nostre squadre stanno ancora conducendo operazioni di ricerca e salvataggio nelle aree circostanti", ha spiegato, mentre il governatore della capitale libanese, Marwan Abboud, ha confermato che i dispersi sono più di 100.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Chiuderemo Facebook e Instagram in Europa", ecco il perché della minaccia di Zuckerberg

  • “I migranti ci penseranno due volte prima di imbarcarsi per l’Europa”, bufera sul nuovo piano Ue

  • “Maxi-riciclaggio da 2mila miliardi”. Trema il settore bancario: coinvolti tre istituti europei

  • "Svezia verso l'immunità di gregge, lì la pandemia potrebbe essere finita"

  • Code di 7mila tir e crisi peggiore del Covid: Londra adesso teme la Brexit senza accordo

  • Cercasi rifiuti: termovalorizzatori danesi a secco perché manca la spazzatura da bruciare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento