Un giorno Marte potrebbe essere colonizzato grazie a una banca dello sperma spaziale

Secondo gli scienziati i campioni non soffrono le conseguenze della bassa gravità. Per la Nasa in caso di creazione di una base sul pianeta rosso sono preferibili equipaggi composti di astronauti dello stesso sesso

Foto Ansa

Un giorno un equipaggio fatto di sole donne potrebbe raggiungere Marte e iniziare la colonizzazione del pianeta rosso. E per riprodursi le astronaute potrebbero avere a disposizione una banca dello sperma perfettamente funzionante anche nello spazio, che non renderebbe necessaria la presenza di uomini sulla loro astronave. La alquanto bizzarra idea deriva da un nuovo studio che afferma che l'esposizione a ambienti a bassa gravità non danneggia la vitalità degli spermatozoi congelati.

L'esperimento

Per condurre l'esperimento dei campioni di sperma di 10 donatori sono stati messi su un aeroplano acrobatico che è stato lasciato venti volte consecutive in caduta libera per otto secondi allo scopo di simulare gli effetti dello spazio. Lo studio è stato presentato domenica alla riunione annuale della Società europea di riproduzione umana ed embriologia a Vienna, in Austria. I ricercatori affermano che i risultati aprono la possibilità di "trasportare in sicurezza i gameti maschili nello spazio e considerare la possibilità di creare una banca di sperma umano al di fuori della Terra".

La riproduzione fuori dalla Terra

"Se il numero di missioni e voli spaziali aumenterà nei prossimi anni, è importante studiare gli effetti dell'esposizione umana a lungo termine nello spazio e probabilmente considerare di pensare alla possibilità di riproduzione al di fuori della Terra", ha detto il dottor Montserrat Boada della Dexeus Women’s Health di Barcelona presentando lo studio.

Il rapporto della Nasa

La necessità di questa banca del seme sarebbe la conseguenza di un rapporto della Nasa, citato anche in una conferenza due anni fa dalla prima astronauta britannica, Helen Sharman, secondo cui i desideri sessuali e le differenze caratteriali dei membri dell'equipaggio spaziale durante potenziali missioni su Marte potrebbero mettere in pericolo il sano svolgimento della missione. Per questo il rapporto raccomanda equipaggi dello stesso genere "tutti gli uomini o tutte le donne", perché hanno una migliore coesione di squadra. La Nasa ha in progetto di creare una base permanente sul pianeta rosso nel 2033

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Irlanda svela l'orrore degli istituti religiosi per madri sole: vi morirono 9mila bambini

  • Tra Brexit e coronavirus è esodo dal Regno Unito: sono andati via 1,3 milioni di stranieri

  • Fermato per aver filmato la polizia, muore a 23 anni in commissariato "per un arresto cardiaco"

  • Rubati all'Ema i dati sul vaccino: "Manipolati e poi pubblicati per far crescere la sfiducia"

  • L'Europa chiude le porte a Trump, il segretario di Stato Usa Pompeo annulla il viaggio a Bruxelles

  • Rabbia a Bruxelles per la morte del 23enne arrestato, incendiata una caserma e colpita l'auto del re

Torna su
EuropaToday è in caricamento