Aumenta il numero dei bambini che affogano, i bagnini: i genitori distratti dallo smartphone

In Germania quest'anno sono morte più di 300 persone, oltre 20 avevano meno di 15 anni. La Lifeguard Association: "Quando figli e nipoti sono nell'acqua bisogna mettere via il cellulare"

ANSA/STEFANO PORTA

Ha fatto scalpore in Germania la notizia della morte di un bambino di soli 7 anni in una piscina della città bavarese di Marktredwitz. Quest'anno nel Paese sono affogate più di 300 persone e tra queste più di 20 erano bambini al di sotto dei 15 anni. La German Lifeguard Association (DLRG), la più grande organizzazione del suo genere al mondo, con 40mila volontari nelle spiagge tedesche, nei laghi e sulla costa, ha avvertito che un numero crescente di annegamenti infantili quest'estate sono legati all'ossessione dei loro genitori con i telefoni cellulari. "Troppi pochi genitori e nonni ascoltano il nostro consiglio: quando i tuoi figli e nipoti sono nell'acqua devi mettere via lo smartphone", ha accusato Achim Wiese, portavoce della DLRG.

"Troppe persone pensano che le piscine siano come un asilo e semplicemente non prestano attenzione" ai bambini, ha aggiunto Peter Harzheim della federazione tedesca dei supervisori di piscine. "In passato, genitori e nonni trascorrevano più tempo con i loro figli in piscina. Ma ora un numero crescente di loro è fissato con gli smartphone e non guarda né a destra né a sinistra, né tanto meno presta attenzione ai propri figli", ha detto Harzheim parlando ai media tedeschi, definendo “triste” il fatto che “i genitori si comportino in maniera così negligente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Commozione e rabbia per il suicidio di Alysson in Belgio: "È il simbolo dei dimenticati della crisi"

  • L'Olanda legalizzerà la 'liquefazione' in alternativa alla cremazione o alla sepoltura dei morti

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • In Romania una persona su quattro non ha i servizi igienici in casa, in Italia in 360mila

  • “La Germania confina con l’Italia”, la gaffe della presidente della Commissione von der Leyen

  • Perché Polonia e Ungheria bloccano il Recovery fund (e i fondi per l'Italia). E cosa c'entrano i migranti

Torna su
EuropaToday è in caricamento