rotate-mobile
Venerdì, 24 Giugno 2022
Caro energia

Non solo gas: aumenta anche il costo delle rinnovabili

Dopo la pandemia e la guerra in Ucraina, le catene di approvvigionamento globali faticano ad assicurare un’offerta stabile al mercato, mentre la domanda resta robusta

Non è solo il prezzo di gas e petrolio in aumento, ma anche quello delle rinnovabili. Nel giro di un solo anno, i costi dell’energia solare ed eolica sono aumentati di quasi il 30%. I principali mercati globali delle rinnovabili hanno dovuto pagare il conto per catene di approvvigionamento “caotiche” e, soprattutto, per l’aumento dei costi in ogni fase, dalla manodopera al trasporto della componentistica.

Come riporta Reuters, l’indice trimestrale di LevelTen Energy che tiene traccia degli accordi di acquisto di energia ha registrato un aumento dei prezzi dei contratti per le energie rinnovabili del 28,5% in Nordamerica e del 27,5% in Europa nel corso del 2021.

Dopo circa un decennio in cui i costi erano scesi pressoché continuamente, il settore è stato investito in pieno dalla doppia crisi pandemica e della guerra in Ucraina, che hanno provocato interruzioni logistiche e altre discontinuità economiche e nel mercato del lavoro. Un possibile effetto è il rallentamento della crescita della domanda di energia rinnovabile, in un momento storico in cui i governi cercano di abbandonare le fonti fossili e fanno timidi passi verso la neutralità carbonica.

L’industria del settore negli Stati Uniti sta attendendo di capire se il Congresso estenderà le agevolazioni fiscali per la costruzione di nuovi impianti rinnovabili, una misura che faceva parte dell’agenda dell’amministrazione Biden per contrastare il cambiamento climatico. Gli sviluppatori sono inoltre preoccupati per un’indagine in corso del dipartimento federale del Commercio, che potrebbe risultare nell’introduzione di tariffe sull’importazione di pannelli solari dall’Asia, spingendo i costi ancora verso l’alto.

Dall’altra parte dell’Atlantico, la guerra in Ucraina ha rilanciato la domanda di energia rinnovabile anche come mezzo per eliminare la dipendenza da Mosca. Secondo Oscar Perez, del fondo sviluppatore Q-Energy, l’aggressione militare è stata “l’ultima goccia in un mercato dove c’era già molta tensione sui prezzi”.

Per ora comunque l’impennata dei prezzi non ha rallentato la domanda di energia rinnovabile, secondo LevelTen. Come ha spiegato Luigi Sacco, della Falck Renewables di Milano, il problema non sta nella domanda: “La domanda c’è, ma l’offerta sta lottando un po’ in diversi mercati”. Uno dei fattori che continua ad attirare gli acquirenti verso le rinnovabili è l’impennata parallela dei combustibili fossili (il gas naturale ha registrato un aumento di prezzo del 100%). A parità di costo, molti investitori ritengono più strategico puntare sulle fonti energetiche “verdi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non solo gas: aumenta anche il costo delle rinnovabili

Today è in caricamento