Domenica, 24 Ottobre 2021
Attualità

Dopo l'Aukus, arriva il Quad: da Biden nuovo schiaffo all'Ue (e alla Francia)

La Casa Bianca promuove un'alleanza sulla sicurezza con Australia, India e Giappone. Il commissario europeo Breton: "Resettare i rapporti con gli Usa"

Dopo l'Aukus, il sodalizio tra Usa, Australia e Regno Unito che ha fatto infuriare la Francia per via dello stop a un commessa miliardaria di sottomarini, l'Unione europea si appresta a subire un altro schiaffo diplomatico dal capo della Casa Bianca, Joe Biden: venerdì 24 settembre a Washington, in parallelo con l'Assemblea generale dell'Onu, il presidente incontrerà i leader di India, Giappone e, nuovamente, dell'Australia nell'ambito del Quad, il Quadrilateral security dialogue, una sorta di embrione di quella che potrebbe essere la futura "Nato" della regione indo-pacifica. Un tavolo al quale, fino al marzo scorso, sembrava che potesse essere invitata anche l'Ue. Ma l'invito, almeno fino a oggi, non è stato mandato. 

Cos'è il Quad

Del resto, i rapporti tra Washington e Bruxelles sono tesi come ai tempi di Donald Trump, forse ancora di più. La Francia, in particolare, non ha mandato giù la decisione dell'Australia di stralciare l'appalto da 56 miliardi per l'acquisto di sottomarini di produzione transalpina. Una decisione arrivata in seguito all'accordo Aukus e che rappresenta la punta dell'iceberg della sfida lanciata da Usa e Regno Unito nel reticolo di alleanze strategiche (dalla difesa al commercio) nella regione indo-pacifica (con vista sulla Cina). Il Quad si inserisce proprio in questa partita.

Sulla carta, l'Unione europea non avrebbe motivo di rivendicare un posto nel quadrilatero, dato che l'iniziativa, lanciata nel 2007 dal Giappone per rispondere alle minacce militari della Cina, non ha mai previsto una partecipazione dei Paesi Ue. Almeno fino allo scorso marzo, quando, in parallelo a quella che sembrava una nuova stagione di concordia tra Usa e Ue dopo gli anni di Trump, il Quad mise all'ordine del giorno un possibile allargamento dell'alleanza all'Europa. Tanto più che, oltre alle questioni prettamente di sicurezza, la riunione di venerdì tratterà della delicata situazione delle catene di approvvigionamento dei semiconduttori, che sta creando non pochi problemi, per esempio, all'industria automobilistica europea.

La rabbia della Francia

Ma c'è un'altra ragione per cui il Quad potrebbe ravvivare le tensioni tra Usa e Ue, in particolare con la Francia: il presidente Emmanuel Macron ha fatto sapere in queste ore di aver avuto una conversazione con il presidente indiano Narenda Modri proprio sul tema delle relazioni nella regione indo-pacifica. E pare, scrive Le Monde, che dietro questa telefonata ci sia il tentativo di Parigi di vendere a Nuova Delhi almeno sei sottomarini a propulsione nucleare (gli stessi che avrebbe voluto vendere all'Australia, con cui però l'accordo prevedeva la costruzione di quelli convenzionali). 

La Francia, dunque, sta cercando di reagire allo sgarbo dell'Aukus. E lo sta facendo mostrando il muso duro con gli Usa. Secondo Politico, Biden avrebbe chiesto un incontro, anche solo telefonico, con Macron per provare a rasserenare gli animi. Ma il presidente dell'Eliseo si sarebbe finora rifiutato. Al suo fianco, si è schierato il commissario Ue (francese) Thierry Breton, che nel corso del Consiglio Atlantico a Washington, ha detto, a nome dell'Ue, che "In Europa c'è una sensazione crescente che qualcosa si sia rotto nelle nostre relazioni transatlantiche" e che "è probabilmente il momento di mettere in pausa e resettare la nostra relazione" con gli Usa. Parole dure, che però non sembrano trovare consenso unanime nella stessa Ue. 

Spaccature nel fronte Ue

"L'Ue sostiene la Francia, ma con dei limiti", scrive Politico. "Diversi Paesi hanno sollevato riserve sul mettere a repentaglio le relazioni con gli Stati Uniti a causa" della questione dei sottomarini francesi. Il ministro degli Esteri lituano Gabrielius Landsbergis ha affermato che il suo Paese difenderà fino all'ultimo "l'unità transatlantica". Anche la Svezia ha espresso preoccupazione, affermando di aver bisogno di maggiori dettagli dalla Francia. Ed è chiaro che anche altri Stati Ue più filo-Usa e filo-Nato come la Polonia hanno gli stessi timori.

Le divisioni interne, però, per ora restano in secondo piano rispetto a una strategia comunicativa che mira a esaltare l'unità dell'Ue. Si vedrà se questa strategia porterà all'annullamento del vertice fissato per il 29 settembre tra Ue e Usa, il Trade and Tech Council, il cuo obiettivo era promuovere politiche congiunte su tecnologia e commercio. Sul tavolo del vertice c'era, per esempio, anche la questione dei semiconduttori. Di cui Biden discuterà di sicuro al Quad con Giappone, India e Australia.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo l'Aukus, arriva il Quad: da Biden nuovo schiaffo all'Ue (e alla Francia)

Today è in caricamento