Giovedì, 18 Luglio 2024
Rischio scampato / Austria

Attentato al Pride sventato poco prima del corteo: due minorenni arrestati

Lo riferisce la polizia austriaca dopo l'arresto di tre presunti terroristi. Nel mirino la 27esima edizione della parata arcobaleno di Vienna

Avrebbero pianificato di attaccare i partecipanti al Pride a colpi di sciabole, asce e coltelli. Ma poco prima dell'inizio del corteo, la polizia ha fatto irruzione nella loro abitazione, arrestandoli. È successo a Vienna, dove ieri si è svolta la 27esima edizione della parata arcobaleno in difesa dei diritti della comunità Lgbt. Un'edizione che avrebbe potuto essere funestata da un attentato terroristico, se non fosse stato per l'intervento tempestivo dei servizi di sicurezza austriaci. 

I tre arrestati hanno 14, 17 e 20 anni, sono tutti cittadini austriaci. Il 14enne è di origine cecena, gli altri due originari della Bosnia. Secondo il direttore del servizio di sicurezza e intelligence dello Stato (Dsn), Omar Haijawi-Pirchner, il 17enne era già noto alla polizia per atti ufficiali di terrorismo. La matrice terroristica del tentato attacco sarebbe confermata da una serie di prove raccolte dall'intelligence, secondo le quali i tre giovani si sarebbero radicalizzati da qualche mese attraverso contatti via web. Durante le perquisizioni nella loro abitazioni, poi, sono state trovate sciabole, un'ascia, pistole a gas e coltelli. Tutte armi che, sospetta la polizia, dovevano essere usate per attaccare i partecipanti al Pride. 

Per evitare il panico, le autorità austriache hanno avvisato gli organizzatori della parata solo poche ore prima dell'inizio della manifestazione. All'evento hanno partecipato più di 300mila persone. E quello che doveva essere un momento di festa e rivendicazione, per fortuna, è stato tale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentato al Pride sventato poco prima del corteo: due minorenni arrestati
Today è in caricamento