Italia secondo Paese in Ue per numero di richiedenti asilo accolti

Nel 2018 è stata concessa la protezione a quasi 48mila persone. Lo Stato più accogliente la Germania che ha detto sì a 139mila domande, per la gran parte provenienti da siriani

Foto Ansa EPA/MARKUS HEINE

Nell'Unione europea lo scorso anno è stata concessa la protezione a quasi 333mila richiedenti asilo, quasi il 40% in meno rispetto al 2017, quando le domande accettate sono state 533mila. In aggiunta a questi, gli Stati membri dell'Ue hanno accolto oltre 24.800 rifugiati reinsediandoli direttamente da un Paese terzo nel quale avevano depositato la domanda d'asilo.

Germiania regina dell'accoglienza

Il Paese più accogliente è senza dubbio la Germania che ha accordato il 40% di tutte le decisioni positive, in tutto 139.600. Subito dopo però c'è l'Italia che ha detto si all'accoglienza di 47.900 persone e poi la Francia con 41.400. Di questi immigrati 163.800 hanno ottenuto lo status di rifugiato (49%), 100.300 protezione sussidiaria controllata (30%), che viene concessa a chi pur non essendo rifugiato rischia la propria incolumità se rimandato a casa, e 69.300 l'autorizzazione a rimanere per motivi umanitari (21%). Quest'ultimo status, a differenza degli altri due che si basano sulla legislazione comunitaria, è concesso sulla base della legislazione nazionale.

Rifugiati soprattutto siriani

Il gruppo più numeroso di beneficiari dello status di protezione nell'Ue nel 2018 sono i siriani (96.100 persone, pari al 29% del totale), seguiti da cittadini dell'Afghanistan (53.500, 16%) e dell'Iraq (24.600, 7%). E i siriani sono stati accolti per la gran parte sempre in Germania, che di queste 96mila persone ne ospiterà quasi il 70%. In Italia i rifugiati provengono soprattutto da Nigeria (18%), Pakistan (11%) e Bangladesh (10%).

Reinsediamenti

Per quanto riguarda i reinsediamenti, l'accoglienza di rifugiati che hanno fatto la domanda in un paese terzo e poi sono stati portati in Europa una volta che questa è stata accettata, il paese più accogliente risuta essere invece il Regno Unito con 5.805 persone accolte, seguito da Francia (5.565), Svezia (4.935), Germania (3.200) e Italia (1.180).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Commozione e rabbia per il suicidio di Alysson in Belgio: "È il simbolo dei dimenticati della crisi"

  • L'Olanda legalizzerà la 'liquefazione' in alternativa alla cremazione o alla sepoltura dei morti

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • In Romania una persona su quattro non ha i servizi igienici in casa, in Italia in 360mila

  • “La Germania confina con l’Italia”, la gaffe della presidente della Commissione von der Leyen

  • Perché Polonia e Ungheria bloccano il Recovery fund (e i fondi per l'Italia). E cosa c'entrano i migranti

Torna su
EuropaToday è in caricamento