Dopo Apple e Google anche TikTok sbarca in Irlanda

Il social network cinese aprirà un data center sull'isola che raccoglierà video, messaggi e altri dati generati dagli utenti europei

Foto Ansa EPA/HAYOUNG JEON

Dopo Apple e Google anche TikTok sbarcherà a breve in Irlanda. A differenza dei due colossi del digitale statunitense, la app di condivisione di video di proprietà del gruppo cinese ByteDance, non aprirà però un quartier generale, almeno per il momento, ma un data center sull'isola che raccoglierà video, messaggi e altri dati generati dagli utenti europei.

La decisione "segnala il nostro impegno a lungo termine con l'Irlanda, e ci aspettiamo che il data center apra e sia operativo dall'inizio del 2022", ha fatto sapere il gruppo, aggiungendo che la decisione di stabilire un centro europeo per i dati era allo studio "da molto tempo". La creazione del centro in Irlanda comporta un investimento di 500 milioni di dollari (421 milioni di euro) e prevede la creazione di centinaia di posti di lavoro.

L'annuncio giunge mentre la app gestita da ByteDance deve trovare entro il 15 settembre prossimo un acquirente per le sue attività negli Stati Uniti, molto probabilmente Microsoft, per i timori della Casa Bianca che la app possa creare un rischio per la sicurezza nazionale statunitense ed essere usata come cavallo di troia per i servizi segreti di Pechino. Fino a oggi tutti i dati degli utenti erano conservati negli Stati Uniti con una copia di backup a Singapore, mentre i dati provenienti dalla versione cinese della app, Douyin, sono conservati in Cina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non tutto però condividono le perplessità di Donald Trump, che sono parallele a quelle verso la Huawei. Ad esempio il primo ministro australiano ha affermato che una revisione da parte delle sue agenzie di sicurezza ha rilevato che TikTok non pone seri problemi di sicurezza nazionale, e quindi ha escluso un divieto locale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Chiuderemo Facebook e Instagram in Europa", ecco il perché della minaccia di Zuckerberg

  • “I migranti ci penseranno due volte prima di imbarcarsi per l’Europa”, bufera sul nuovo piano Ue

  • “Maxi-riciclaggio da 2mila miliardi”. Trema il settore bancario: coinvolti tre istituti europei

  • "Svezia verso l'immunità di gregge, lì la pandemia potrebbe essere finita"

  • Code di 7mila tir e crisi peggiore del Covid: Londra adesso teme la Brexit senza accordo

  • Cercasi rifiuti: termovalorizzatori danesi a secco perché manca la spazzatura da bruciare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento