rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Attualità

L'appello degli scienziati svedesi: "L'immunità di gregge non funziona, non fate come noi"

Venticinque dottori hanno scitto un intervento per denunciare le falle della strategia di Stoccolma: "Da noi quattro volte più morti per coronavirus che nei quattro Paesi vicini messi insieme"

La strategia dell'immunità di gregge “non ha funzionato bene” e ora la Svezia è tra i Paesi con la maggiore mortalità del mondo, per questo non deve essere presa ad esempio da nessun altro paese. È questo l'appello che 25 medici e scienziati svedesi hanno pubblicato su Usa Today, rivolgendosi così agli statunitensi, altro popolo fortemente colpito dalla pandemia, ma anche al resto del mondo.

Lockdown soft

“La Svezia ha suscitato interesse in tutto il mondo per il suoapproccio “soft”, tuttavia, i tassi di mortalità hanno raggiunto il picco quando i lockdown nel mondo sono stati allentati”, li legge nell'appello. Stoccolma anche durante il picco dei contagi ha deciso solo vietare le riunioni pubbliche di oltre 50 persone e ha chiesto alle persone anziani, fragili o con sintomi di rimanere a casa. Ma per il resto il governo ha lasciato aperte scuole, negozi e ristoranti, puntando solo su distanziamento sociale e senso di responsabilità dei cittadini. E al momento i numero sembrano dare torto a questa strategia, almeno sul breve periodo.

Troppi morti

“La Svezia ha anche un bilancio delle vittime più di quattro volte e mezzo superiore a quello degli altri quattro paesi nordici messi insieme e di oltre sette volte maggiore per milione di abitanti. Per un certo numero di settimane, la Svezia è stata tra le prime al mondo in termini di decessi pro capite. E nonostante ciò, la strategia in sostanza è rimasta la stessa ”, ricordano gli scienziati riferendosi ai Paesi vicini come Danimarca, Finlandia e Norvegia. Al momento si contano oltre 78 mila contagi e più di 5.600 morti e secondo i calcoli delle autorità potrebbero essercene anche altri tremila nel prossimo futuro. Il tradizionale banchetto annuale per i vincitori del Premio Nobel a Stoccolma in via precauzionale è stato già cancellato, nonostante avrebbe dovuto svolgersi il prossimo 10 dicembre .

Le critiche all'agenzia della salute

“L’agenzia per la salute insiste sulla scolarizzazione obbligatoria per i bambini piccoli, ha sminuito per lungo tempo l’importanza dei test, ha rifiutato di riconoscere la portata della diffusione asintomatica del virus e si rifiuta ancora di raccomandare mascherine in pubblico, nonostante le prove schiaccianti della loro efficacia”, scrivono gli scienziati. “Indipendentemente dal fatto che l’immunità del gregge sia un obiettivo o un effetto collaterale della strategia svedese, ha funzionato? Non così bene”, affermano aggiungendo che “si stima che la percentuale di svedesi che ha preso il virus sia inferiore al 10%”, mentre mediamente si colloca tra il 5 e il 10% in Europa, e che quindi “in nessun luogo vicino all’immunità di gregge”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello degli scienziati svedesi: "L'immunità di gregge non funziona, non fate come noi"

Today è in caricamento