Migranti, Amnesty contro la Francia: violazioni sistematiche al confine con l'Italia

La Ong parla di "inseguimenti in montagna, minacce o insulti, ostacoli alla registrazione delle richieste d'asilo, assenza di interpreti"

MIgranti respinti in Italia - ANSA / LUCA ZENNARO

Quella compiuta dalla Francia è una “lunga lista” di “violazioni sistematiche” dei diritti dei migranti al confine con l'Italia. La denuncia arriva da Amnesty International in seguito a una missione di osservazione realizzata il 12 e 13 ottobre, nella zona di Briancon, nelle Alpi francesi, non lontano dal villaggio italiano Clavière oggetto delle recenti polemiche legate allo sconfinamento da parte della gendarmeria francese. "Il Governo francese la smetta di fare orecchie da mercante", scrive Amnesty in un documento pubblicato sul suo sito internet.

Respingimenti

La “lunga lista” di violazioni riscontrate nel corso della missione comprende il "respingimento di 26 persone dal posto di polizia di frontiera di Montgenèvre verso Clavière, il primo villaggio sul versante italiano, senza esame individuale della loro situazione né la possibilità di chiedere asilo", ma anche il fatto che "non si sia considerato che 8 di questi individui erano minori, nonostante si fossero dichiarati come tali alle forze dell'ordine". Amnesty cita anche "controllo discriminanti, inseguimenti in montagna, minacce o insulti, ostacoli alla registrazione delle richieste d'asilo, assenza di interpreti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Inumanità e ipocrisia"

"Queste pratiche illegali e questi comportamenti - accusa l'Ong in un lungo comunicato pubblicato sul suo sito web - sono inaccettabili in uno stato di diritto. L'inumanità e l'ipocrisia di questi oltraggi sono intollerabili". Alla missione hanno partecipato 60 volontari, di cui 6 avvocati del tribunale di Gap, in Francia, e 3 avvocati italiani, con il contributo o comunque il sostegno di altre Ong come Anafé, La Cimade, Médecins du Monde, Médecins sans frontières, Secours Catholique Caritas France, Chemins pluriels, Emmaüs France, ASGI, GISTI, Icare 05, Refuges Solidaires e Tous Migrants.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa tra turisti e polizia, in Belgio accesso alle spiagge limitato ai residenti

  • Scrive "vuoi sposarmi?" con 100 candeline, e la casa prende fuoco

  • Dal punto di vista economico la strategia dell'immunità di gregge in Svezia ha pagato

  • Omicidi e guerre tra narcotrafficanti: in Svezia e Olanda è emergenza criminalità

  • "Le mascherine riducono anche la gravità del coronavirus per chi le indossa"

  • Oltre mille nuovi casi al giorno in Germania, mai così tanti da maggio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento