Migranti, l'Ue ottiene l'aiuto all'Albania per fermare i flussi

Firmata l’intesa tra Bruxelles e Tirana. La Guardia di frontiera europea collaborerà alla gestione dei confini albanesi

L’Unione europea ha siglato un nuovo accordo di collaborazione con l’Albania per il contrasto all’immigrazione illegale e alle attività criminali transfrontaliere. Con il testo firmato dal commissario agli Affari interni Dimitris Avramopoulos e dal ministro dell'Interno albanese Fatmir Xhafaj sarà infatti possibile l’intervento di Frontex, l'agenzia europea per la gestione delle frontiere, per il coordinamento di operazioni tra gli Stati Ue e l’Albania per la gestione e il controllo dei confini esterni dell’Unione europea.

L’agenzia potrà dunque dare una mano alle forze albanesi su richiesta del Governo di Tirana. Alla firma dell’intesa ha partecipato anche il ministro degli Interni austriaco Herbert Kickl come rappresentante del Consiglio Ue durante il semestre di presidenza del Governo di Vienna. 

“L’introduzione di nuove misure per migliorare il controllo lungo le frontiere esterne dell’Ue ha già portato ad una significativa riduzione del passaggio illegale tra confini”, evidenzia il ministro austriaco. “Questo accordo ci consentirà di aumentare il nostro supporto all’Albania nella gestione delle frontiere”, conclude Herbert Kickl. 

Il commissario Dimitris Avramopoulos giudica l'accordo con l’Albania come “una pietra miliare nella cooperazione esterna sulla gestione dei confini. Mi auguro che apra la strada ad una maggiore cooperazione nell'intera regione dei Balcani Occidentali”. 

Il via libera finale alle operazioni concordate tra Tirana e Varsavia, dove ha sede Frontex, lo darà il Parlamento europeo, il cui consenso è necessario per concludere l’intesa tra Ue e Albania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • George Clooney attacca Orban: “In Ungheria solo rabbia e odio”. La replica: “Consigliato da Soros”

  • Partecipa a orgia con 24 uomini, deputato del partito di Orban fermato dalla polizia a Bruxelles

  • "Alexa è antisemita", Amazon apre un'inchiesta sull'assistente virtuale

  • Pistola e lingotti d'oro nel comodino del premier bulgaro. Che si difende: “Colpa di una bella donna”

  • "Tornerò in Russia per portarla verso l’Ue". Navalny lancia la sfida a Putin

Torna su
EuropaToday è in caricamento