Giovedì, 28 Ottobre 2021
Attualità

Il report: così AirBnb sta facendo lievitare gli affitti nelle grandi città

Secondo uno studio i prezzi degli immobili a Barcellona sono aumentati del 19 per cento e ad Amsterdam in alcuni quartieri una casa su nove ormai è destinata ai turisti

Mettere a disposizione dei turisti interi appartamenti su AirBnb può essere conveniente per i proprietari, ma crea un danno alle città facendo aumentare gli affitti per i suoi cittadini e riducendo le possibilità di avere case a prezzi accessibili. È la denuncia che arriva da uno studio pubblicato dalla Sinistra unita Gue al Parlamento europeo.

Il trend

Il report curato da Murray Cox, attivista del progetto Inside Airbnb, che colleziona e pubblica dati sull'utilizzo della piattaforma, e da Kenneth Haar del Corporate Europe Observatory, esamina in dettaglio gli accordi esistenti di Airbnb con città in Europa e in America e le conseguenze sulla situazione abitativa. Lo studio ha preso in considerazione la situazione di Barcellona, Berlino, Amsterdam, Parigi, Praga, Vienna nell'Unione europea e negli Stati Uniti di New York e San Francisco e mostra quanto il servizio si stia diffondendo e quindi quanto sia influente sugli affitti. Ad esempio i ricercatori denunciano che ad Amsterdam in alcuni quartieri, quelli più popolari per il turismo, addirittura una casa su nove è in affitto su Airbnb, a Barcellona gli affitti sono aumentano del 7% e i prezzi degli immobili del 19% da quando la piattaforma ha cominciato ad essere utilizzata e sempre da allora a Parigi tra i 15 e i 25mila appartamenti sarebbero stati rimossi dall'uso abitativo.

Serve intervento Ue

Per frenare questo fenomeno gli autori suggeriscono che il servizio di sharing economy nato inizialmente per permettere di mettere in affitto una stanza della casa in cui si vive, e che poi è finito per essere utilizzato per mettere a disposizione dei turisti interi appartamenti, non dovrebbe essere lasciato alla mera autoregolamentazione e per questo servirebbe l'intervento della vicepresidente della Commissione europea, Margrethe Vestager, responsabile del portafoglio digitale, affinché aiuti le città di tutta Europa ad affrontare il problema dell'aumento degli affitti. Secondo il report solo fornendo regole rigorose società del genere possono essere costrette a cooperare adeguatamente con i consigli comunali per risolvere il problema abitativo, perché se lasciate all'autoregolamentazione tenderanno solo a fare i propri interessi.

Il caso di Lisbona

Alcune città stanno provando a correre ai ripari e a cercare soluzioni a questa situazione. Lisbona ad esempio ha lanciato un programma per cui il Comune propone ai proprietari degli immobili di concederglieli in affitto, pagando vari anni in anticipo, per poi affittarli a sua volta ai cittadini a prezzi calmierati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il report: così AirBnb sta facendo lievitare gli affitti nelle grandi città

Today è in caricamento