Ecco gli aerei più pericolosi da non prendere, l'Ue pubblica la 'lista nera'

Aggiornato l’elenco delle compagnie che non soddisfano gli standard minimi di sicurezza. 115 aerolinee finiscono sotto la scure di Bruxelles

Ad eccezione di alcune compagnie del Gabon uscite dalla lista nera, la Commissione ha confermato l’elenco delle imprese di trasporto aereo escluse dai cieli europei per motivi di sicurezza. “La decisione di oggi - si legge in una nota della commissaria ai Trasporti Adina Valean - dimostra i nostri continui sforzi per offrire il massimo livello di sicurezza”. Le restrizioni al traffico aereo, continua l’Esecutivo Ue, vengono applicate “non solo per i viaggiatori europei, ma per quelli di tutto il mondo, perché la sicurezza aerea non conosce frontiere o nazionalità”.

La lista

Per ben 109 compagnie con base in 15 Stati extra-Ue la scure di Bruxelles si è abbattuta “a causa della mancanza di controlli di sicurezza da parte delle autorità aeronautiche di tali Paesi”. Il divieto di sorvolare i cieli dell’Unione vige invece per altre sei imprese per via di problemi di sicurezza relativi alle compagnie stesse. Si tratta di Avior Airlines (Venezuela), Iran Aseman Airlines (Iran), Iraqi Airways (Iraq), Blue Wing Airlines (Suriname), Med-View Airlines (Nigeria) e Air Zimbabwe (Zimbabwe).

Altre tre compagnie - Air Koryo (Corea del Nord), Air Service Comores (Isole Comore) e Iran Air (Iran) - sono “soggette a restrizioni operative e gli è consentito di volare solo per mezzo di specifici aeromobili”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Processo decisionale

L'aggiornamento della lista nera “si basa sull'opinione unanime degli esperti di sicurezza aerea degli Stati membri” che si sono riuniti a fine novembre. La valutazione viene effettuata “in base agli standard di sicurezza internazionali, e in particolare agli standard promulgati dall'Organizzazione per l'aviazione civile internazionale (Icao)”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Altro che Mes, l'Italia pronta a rinunciare anche ai prestiti del Recovery fund

  • Conte va via e lascia Merkel a rappresentare l'Italia al vertice Ue. La Lega attacca (ma è la prassi)

  • È vero che l'Ue vuole tassare la prima casa? Sì, ma solo se sei ricco

  • La Corte Ue "salva" il taglio dei vitalizi agli eurodeputati italiani

  • Il villaggio di Babbo Natale è in crisi per colpa del Covid

  • Si rifiuta di stringere la mano alle donne. Negata cittadinanza a medico libanese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento