rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Il rischio / Moldavia

Anche la Moldavia teme l'invasione russa: "Nessuno è al sicuro"

La premier Gavrilita: "Per il momento è uno scenario ipotetico, ma se l’azione militare si muovesse ulteriormente verso la parte sud-orientale dell’Ucraina saremmo molto preoccupati"

La prima ministra moldava si è detto "molto preoccupata" per una potenziale invasione russa del suo paese: "Nessuno è al sicuro", ha dichiarato Natalia Gavrilita intervistata dall’emittente televisiva statunitense Cnn. “Per il momento è uno scenario ipotetico, ma se l’azione militare si muovesse ulteriormente verso la parte sud-orientale dell’Ucraina e verso Odessa, saremmo ovviamente molto preoccupati”, ha dichiarato Gavrilita, ricordando che truppe russe si trovano già “sul territorio della regione secessionista di Transnistria”.

La premier ha aggiunto che Chisinau (la capitale del Paese ex sovietico) “sta facendo tutto il possibile per mantenere la pace e la stabilità e garantire che le ostilità non si intensifichino”. Dall’inizio del conflitto in Ucraina, la Moldova – un Paese di 2,5 milioni di abitanti – ha accolto circa mezzo milione di rifugiati ucraini, arrivando ad ospitare più ucraini pro-capite di qualunque altro Paese europeo.

La Russia ha conquistato finora il territorio lungo la costa meridionale dell'Ucraina ma, pur avendo effettuato attacchi aerei sul suo porto, non si è spinta fino ad Odessa, nonostante sia un obiettivo chiave per la sua importanza marittima. La Moldavia teme da tempo che, se Vladimir Putin riuscirà ad arrivare fino a lì, potrebbe essere la prossima nel mirino di Mosca. "Se un Paese può iniziare una guerra di annessione senza alcun riguardo per il diritto internazionale allora in questo senso nessuno è al sicuro. Penso che molti paesi siano preoccupati", ha concluso Gavrilita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche la Moldavia teme l'invasione russa: "Nessuno è al sicuro"

Today è in caricamento