rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Storia e memoria / Spagna

Perché la Spagna ha riesumato il corpo di un fascista

Le spoglie di Primo de Rivera, che creò la Falange franchista, sono state tolte dal complesso della Valle dei Caduti per far spazio a un monumento alle vittime della guerra civile spagnola

In Spagna è stato disseppellito dal mausoleo della Valle dei Caduti di Madrid il corpo di Jose Antonio Primo de Rivera, fondatore del movimento fascista Falange che sostenne il regime franchista. Le spoglie del politico e militare, figlio del dittatore Miguel Primo de Rivera, verranno spostate su volontà di suoi parenti nel cimitero di San Isidro della capitale spagnola. L'esumazione di Primo de Rivera, che segue la rimozione nel 2019 delle spoglie del dittatore Francisco Franco, fa parte di un piano per convertire il complesso della Valle dei Caduti, costruito da Franco per perpetuare la memoria di coloro che caddero "nella nostra gloriosa crociata" sotto un'enorme croce di pietra di 150 metri, in un monumento commemorativo delle 500mila persone uccise durante la guerra civile spagnola del 1936-39.

Quest'operazione viene effettuata in virtù della nuova legge "sulla memoria democratica", entrata in vigore nel 2022, secondo la quale nessuno può rimanere sepolto "in un punto preminente" della Valle dei Caduti, ufficialmente ribattezzata Valle di Cuelgamuros (il nome originale del sito), in quanto considerata un luogo simbolo della dittatura franchista. La norma stabilisce anche che il mausoleo, dove sono sepolte in fosse comuni migliaia di persone morte ai tempi della Guerra Civile e della dittatura, deve essere "ridefinito" come spazio di memoria storica "per rafforzare i valori costituzionali e democratici". "Nessuna persona o ideologia che evochi le dittature dovrebbe essere onorata o esaltata lì", ha dichiarato venerdì scorso Felix Bolanos, il ministro della Presidenza Felix Bolanos, secondo cui l'esumazione "è un altro passo verso la risignificazione della valle".

Figlio del dittatore Miguel Primo de Rivera, che governò la Spagna dal 1923 al 1930, José Antonio fu fucilato nel novembre 1936 dalle forze repubblicane di sinistra ad Alicante. Sarà la quinta volta che il suo corpo viene seppellito e la quarta che viene riesumato. Nel 1939, dopo aver riposato in due diverse fosse comuni ad Alicante, la sua bara fu trasportata per 500 chilometri dalla città costiera orientale a San Lorenzo de El Escorial, una città vicino a Madrid dove sono sepolti i reali di Spagna. I suoi resti furono spostati nuovamente al completamento del monumento della Valle dei Caduti, 20 anni dopo, e sepolti sotto l'altare della basilica, dove Franco lo avrebbe raggiunto alla sua morte, nel 1975.

Secondo il biografo di Franco, Paul Preston, il dittatore fascista e Primo de Rivera, un playboy esuberante, si amavano poco. Franco avrebbe sabotato diversi tentativi di organizzare un salvataggio o uno scambio di prigionieri che avrebbero salvato la vita di Primo de Rivera, scrive Preston nella sua biografia. La sua morte permise a Franco di eliminare un rivale e di prendere il controllo dei falangisti, sottomettendoli a un più ampio movimento di estrema destra che sosteneva la sua dittatura. Il governo sta effettuando dei lavori nel mausoleo per consentire l'accesso alle cripte dove sono sepolte in forma anonima le spoglie di 34mila persone, molte delle quali vittime del regime di Franco, permettendo alle famiglie di identificare i loro parenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché la Spagna ha riesumato il corpo di un fascista

Today è in caricamento