Sabato, 25 Settembre 2021
Attualità

All'Eurovision pubblico senza mascherina, ma il test comincia male: positivo il beniamino di casa

Il contest europeo, che si svolge a Rotterdam e a cui partecipano i Maneskin, sarà usato come esperimento dal governo olandese e ospiterà per la finale 3.500 spettatori che non dovranno rispettare alcun limite di distanziamento né prevenzione. Ma sul palco non ci sarà il vincitore dell'edizione 2019 Duncan Laurence

Non comincia nel migliore dei modi l'Eurovision 2021 in corso in Olanda: sul palco del festival, che sancirà il ritorno della competizione tra i cantanti europei (l'anno scorso fu un live trasmesso online e senza gara), per la finale non ci sarà il beniamino di casa, Duncan Laurence, risultato positivo al Covid-19. Non proprio un buon presagio per un evento che il governo olandese ha deciso di inserire tra quelli sperimentali per capire se e come riaprire la porta al grande pubblico per concerti, cinema e teatri.

Nella finale di sabato 22 maggio, che si terrà alla Haoy Arena di Rotterdam, sarà concesso l'ingresso a 3.500 spettatori, che si dovranno sottoporre preliminarmente, nelle 48 ore antecedenti allo spettacolo, a un tampone che ne accerti la negatività al Covid. Coloro che potranno assistere all'evento, dovranno fare un altro test dopo 5 giorni dalla finale. Durante lo show, gli spettatori resteranno senza mascherina e potranno evitare il distanziamento sociale. Unisca restrizione: dovranno restare seduti.

All'esperimento non potrà partecipare Duncan Laurence, vincitore dell'edizione 2019 dell'Eurovision, il quale, hanno assicurato gli organizzatori, "sarà presente in una forma diversa". "Siamo ovviamente molto dispiaciuti, in primo luogo per Duncan", ha affermato alla rivista olandese Nos Sietse Bakker, produttore esecutivo dell'Eurovision Song Contest. "Ovviamente auguriamo a Duncan una pronta guarigione", ha aggiunto.

Il cantante, vincitore nell'edizione 2019 a Tel Aviv con il brano Arcade, è risultato positivo a al test rapido prima di una prova, adesso dovrà sottoprsi ad una quarantena di sette giorni. "Duncan è molto deluso, erano due anni che aspettava di gareggiare nuovamente", ha detto il suo management. Tuttavia, Laurence non è il primo concorrente a essere assente a causa del coronavirus: anche il rappresentante dell'Islanda ha dovuto dire addio all'esibizione live, dopo che un membro della sua squadra è risultato positivo. Lo spettatore televisivo, in entrambi i casi, dovrà accontentarsi di registrazioni effettuate durante le prove.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

All'Eurovision pubblico senza mascherina, ma il test comincia male: positivo il beniamino di casa

Today è in caricamento