Europol entra in palestra: il traffico di prodotti dopanti e di farmaci nella Ue supera i 300 milioni di euro

Operazione condotta in diversi paesi Ue, tra cui l'Italia, e coordinata dall'Agenzia europea. Sequestri per 305 milioni di euro e 111 arresti. Il ruolo della criminalità organizzata in questo mercato florido e con pochi rischi.

EPA/DIVYAKANT SOLANKI

Steroidi, pasticche dopanti, stimolanti, antidoloroifici e farmaci, Europol entra in palestra e scopre un "mercato florido" ed illecito di medicinali e sostanze dopanti. "Un mercato - rileva l'Agenzia europea in una nota- a cui i gruppi della criminalità organizzata si stanno sempre più volgendo, per gli alti profitti ed i bassi rischi. Un problema serio e crescente da affrontare a livello europeo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Operazione Mismed in 9 paesi Ue

L'operazione Mismed realizzata durante tutto il 2017 in collaborazione con le autorità italiane, francesi, finlandesi, spagnole, romene, ungheresi, greche, britanniche e irlandesi, ha portato a sequestri di medicinali per un valore pari a 75 milioni di euro mentre per le sostanze dopanti la cifra cresce fino ai 230 milioni.  In totale sono state rinviate a giudizio 277 persone ed altre 111 arrestate. I medicinali più abusati sono i sedativi, gli oppioidi, gli antidolorifici, e gli stimolanti per trattare i deficit di attenzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per l'Ue anche l'Italia è zona rossa: si salva solo la Calabria (che però perde il "bollino" verde)

  • Svezia sicura della sua strategia, elimina anche le restrizioni per anziani e vulnerabili

  • L'Olanda manda i malati di Covid in Germania: "Nelle terapie intensive solo 200 posti ancora liberi"

  • Dopo la Brexit il Regno Unito pensa di espellere i senzatetto stranieri

  • La Corte Ue "salva" il taglio dei vitalizi agli eurodeputati italiani

  • Si rifiuta di stringere la mano alle donne. Negata cittadinanza a medico libanese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento