#MeToo al Parlamento Ue: 94 mila firme contro gli abusi sessuali nelle istituzioni comunitarie

Iniziativa dell'eurodeputata di Possibile Elly Schlein con altri 4 colleghi del centro sinistra del Parlamento Ue. La petizione chiede azioni concrete per contrastare gli abusi. Le firme verranno consegnate al Presidente Antonio Tajani l'8 marzo

European Parliament

Quasi cento mila firme per chiedere di fermare gli abusi sessuali nelle istituzioni europee. E' questo l'obiettivo della petizione promossa dall'eurodeputata di Possibile Elly Schlein, con i colleghi dei verdi Terry Reintke ed Ernest Urtasun, il socialista e democratico Edouard Martin e Malin Björk della sinistra unitaria. Lo annuncia la stessa europarlamentare bolognese sulla sua pagina web, ricordando che la petizione sarà consegnata al presidente dell'Eurocamera Antonio Tajani l'8 marzo forte di oltre 94.000 adesioni raccolte in sei paesi europei.

Schlein: "Abusi anche in Parlamento, inaccettabile ogni forma di violenze"

"Anche nel Parlamento europeo e nelle altre Istituzioni avvengono abusi sessuali" scrive la parlamentare S&D. In risposta alla campagna #metoo, varie assistenti parlamentari hanno condiviso le proprie esperienze di abusi, stalking e molestie subite da parte di deputati o colleghi uomini. "La violenza contro le donne esiste a tutti i livelli della nostra società. Non possiamo accettarlo!", continua Schlein.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proposte concrete per contrastare il fenomeno nelle istituzioni Ue

Per contrastare la violenza di genere, la deputata bolognese, eletta nella circoscrizione Nord-Est nelle ultime elezioni europee, chiede assieme ai colleghi che siano adottate alcune misure concrete. In particolare propone la creazione di un ufficio centrale per tutte le istituzioni europee in cui segnalare abusi e molestie e garantire l'accesso ad una commissione indipendente del Parlamento Ue ricevendo supporto psicologico e medico, se necessario. I firmatari della petizione chiedono inoltre la piena applicazione delle sanzioni contro i responsabili e la promozione di un'atmosfera di tolleranza zero verso qualsiasi forma di violenza sessuale, fisica o psicologica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il film sui migranti di Rocco Siffredi vince l'Oscar del porno di Berlino

  • Per l'Ue anche l'Italia è zona rossa: si salva solo la Calabria (che però perde il "bollino" verde)

  • Svezia sicura della sua strategia, elimina anche le restrizioni per anziani e vulnerabili

  • L'Olanda manda i malati di Covid in Germania: "Nelle terapie intensive solo 200 posti ancora liberi"

  • Erdogan su Macron: "Ha problemi mentali". Conte col presidente francese: "Parole inaccettabili"

  • Dopo la Brexit il Regno Unito pensa di espellere i senzatetto stranieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento