Mercoledì, 17 Luglio 2024
Il caso / Grecia

Il paese greco che ha deciso di spostarsi per evitare altre inondazioni

I residenti di Metamorfosi hanno votato per trasferirsi in un villaggio vicino. A settembre erano stati sommersi dalle acque e due persone erano morte affogate

A settembre un piccolo villaggio agricolo della Grecia è stato sommerso dall'acqua a causa della tempesta Daniel. Adesso i suoi residenti hanno deciso di trasferire l'intera comunità in un villaggio limitrofo, dove sperano non saranno nuovamente colpiti dalle inondazioni. La cittadina si chiama Metamorfosi, che in greco significa "trasformazione". E nel nome sta forse il suo destino. Mentre a Dubai sono in corso i colloqui per il clima della Cop28, frequentati da numerosi lobbisti delle fonti fossili, la storia di questa comunità mostra fino a che punto possano arrivare le conseguenze dei cambiamenti climatici. Ad un passo da casa nostra.

La tempesta

I residenti del piccolo villaggio agricolo greco di Metamorfosi hanno votato a favore del trasferimento della loro intera comunità dopo che è stata sommersa dalle acque alluvionali di settembre, cercando di proteggersi dai futuri disastri causati dal cambiamento climatico. Metamorfosi era già stata inondata prima nel 1953 e poi nel 1994, ma la tempesta Daniel col suo carico d'acqua inatteso l'ha fatta quasi scomparire. Tra il 4 e il 7 settembre, le piogge torrenziali hanno devastato tutto il Mediterraneo, colpendo in particolare la regione della Tessaglia. In poche ore le alluvioni sommersero diversi villaggi della valle, inclusi quelli nei dintorni di Palamas, Volos, Trikala e Larissa. Le scene mostravano una sorta di "mare interno" che ha bloccato in casa centinaia di persone. In quei giorni sedici persone morirono, di cui due annegate a Metamorfosi. Da quel momento il villaggio, con poco più di un centinaio di abitanti, sembra diventato un luogo fantasma.

Residenti al voto

Già a novembre i residenti avevano detto che non sentivano altra scelta: bisognava trasferirsi in un luogo più sicuro. La proposta è andata ai voti ed è stata approvata da 142 residenti con 14 voti contrari. Il progetto prevede di costruire nuove case nel vicino villaggio di Palamas, a circa 8 km di distanza. La votazione è avvenuta in maniera informale sotto forma di dichiarazione statutaria, secondo quanto ha riferito Petros Kontogiannis, presidente della comunità di Metamorfosi. Circa 15 persone si sono invece astenute. "Il voto dimostra che la gente non può sopportare di vivere di nuovo tutto questo", ha detto Kontogiannis a Reuters. "C'è speranza che avremo case che garantiranno la nostra sicurezza."

Terreni disponibili

Martedì 5 dicembre le autorità municipali di Palamas hanno approvato formalmente il piano, garantendo che metteranno a disposizione il terreno. Per il trasferimento manca ancora un ulteriore passaggio. La proposta dovrà essere approvata anche dal governo, a cui i residenti hanno presentato anche uno studio tecnico in cui si citano le "inondazioni ripetute" e la geomorfologia di Metamorfosis come ragioni del trasferimento. "Personalmente sono del tutto disponibile a ciò", ha dichiarato il primo ministro Kyriakos Mitsotakis esprimendosi davanti al parlamento il mese scorso. "Costruiamo una nuova Metamorfosi, un nuovo villaggio, con standard contemporanei, che sia finalmente al sicuro dalle inondazioni, affinché queste persone non anneghino ogni 30 anni", ha concluso Mitsotakis.

Continua a leggere su Today...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il paese greco che ha deciso di spostarsi per evitare altre inondazioni
Today è in caricamento