Vacanze a impatto ambientale zero? Ecco l'isola in cui il turismo è eco-sostenibile

Energia verde, cibo locale e veicoli non inquinanti. Così in Svezia è possibile divertirsi e rilassarsi, seguendo le orme e gli insegnamenti di Greta

Energia verde, riuso e riciclaggio, edifici costruiti in legno e altri materiali a basso impatto ambientale. Perfino il traghetto per raggiungere questo arcipelago verde si muove grazie ai pannelli solari. Stiamo parlando dell’isola di Lidö, in Svezia, che ha deciso di puntare al turismo eco-sostenibile, che si rivolge a chi vuole andare in vacanza senza causare alcun danno all’ambiente. Un’alternativa verde ai lussuosi resort che sprecano fiumi d’acqua, energia e producono un sacco di rifiuti per soddisfare la nostra domanda di relax estivo. Quello proposto a Lidö è anche un modello di vita in armonia con la natura, che incide poco o niente sull’equilibrio ecologico.

Isola a impatto zero

Dal Paese di Greta Thunberg arriva l’idea: rendere un’isola completamente neutra sul fronte delle emissioni. E così la società Neste traduce in realtà l’utopia ecologista e installa sull’isola svedese le ultime tecnologie per portare al minimo l’impatto ambientale, riducendo le emissioni di CO2 nell’aria del 78% in un solo anno.  “Zero Island”, così è stata ribattezzata, “ci ispira a ripensare il modo in cui siamo abituati a viaggiare e dimostra tangibilmente come le emissioni possano essere ridotte in diversi ambiti”, sottolinea Ossian Matthiesen di Klimatanalytiker Tricorona, società di consulenza ambientale che ha lavorato al progetto.

L’isola offre vitto e alloggio praticamente privi di impatto ambientale. Si va dalla stanza “Nolla” - di ultima generazione dal punto di vista tecnologico, ma a zero emissioni sul fronte ambientale - al menu del ristorante, anche quello eco-sostenibile. Ingredienti locali e ricette alternative dello chef Jonas Svensson consentono di provare pasti che inquinano un quarto rispetto ai cibi più comuni. La combinazione di diverse soluzioni, insieme alla transizione all'elettricità verde, ha portato le emissioni annuali di anidride carbonica da 180 tonnellate di CO2 a 40 tonnellate. “Le emissioni residue sono compensate attraverso un programma di riduzione”, precisano i promotori dell’iniziativa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, in Europa la mascherina obbligatoria torna di moda. E la Germania lancia l'allarme

  • L'Olanda dice no all'obbligo della mascherina: "Inducono un falso senso di sicurezza"

  • Covid, Bruxelles verso il coprifuoco. E i giostrai protestano

  • "Telelavoro fino al 2021", la Svezia punta sullo smart working

  • "Giustizia per Chico Forti", FdI chiede all'Ue di attivarsi per l'italiano detenuto negli Usa da 20 anni

  • Coronavirus, in Belgio 'bolla' di 5 persone e coprifuoco notturno: "Vogliamo evitare il lockdown totale"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento