Domenica, 24 Ottobre 2021
Ambiente

Gli Usa sfidano la Francia anche sul nucleare: "Lo porteremo noi in Polonia e in altri Paesi Ue"

Dopo aver fatto naufragare l’accordo miliardario tra Parigi e l’Australia sui sottomarini, Washington punta gli appalti per lo sviluppo delle centrali in dodici Stati europei che fanno gola anche a Parigi

Risolvere la crisi climatica rimpiazzando le fonti energetiche che emettono CO2 con le centrali nucleari. Gli Stati Uniti d’America di Joe Biden stanno puntando sugli appalti per la costruzione delle centrali in 12 Paesi dell’Europa centro-orientale, prevedendo che solo in questa parte del continente “si svilupperà un mercato da 23 trilioni di dollari entro la fine di questo decennio” sulle tecnologie a basse emissioni di gas serra. 

Lo ha affermato durante una conferenza stampa in Polonia la segretaria di Stato Usa all’Energia, Jennifer Granholm, la quale si è detta fiduciosa che lo sviluppo del nucleare in Europa offrirà “un enorme potenziale ai Paesi su entrambe le sponde dell’Atlantico”. Il principale competitor degli Usa nella sfida per l’assegnazione degli appalti è la Francia, superpotenza indiscussa del nucleare europeo, che la settimana scorsa si è vista scippare proprio dagli Usa insieme al Regno Unito, un accordo di fornitura di sottomarini all’Australia concluso nel 2016 e del valore di circa 56 miliardi di dollari. 

In Polonia, Granholm ha ufficialmente rilanciato la Partnership for Transatlantic Energy and Climate Cooperation, un programma finanziato dagli Stati Uniti per distribuire tecnologie pulite nell'Europa centrale e orientale. L’esponente del governo di Biden ha detto apertamente di trovarsi in Polonia per “fare luce sulle numerose opportunità di attirare miliardi di dollari in investimenti in energia pulita in tutta l'Europa centrale e orientale”. 

I 12 Paesi ai quali si rivolgono gli Usa sono quelli che fanno parte dell’alleanza Three Seas (Tre mari, ovvero il Mar Baltico, l’Adriatico e il Mar Nero). La lista comprende: Austria, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Polonia, Romania, Slovacchia e Slovenia.

La Polonia e gli Usa hanno già concluso, a ottobre dello scorso anno, un accordo trentennale sulla futura cooperazione nello sviluppo del nucleare civile nel Paese dell’Est Europa. Di qui l’interesse statunitense a replicare tale partnership e accaparrarsi importanti quote di mercato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli Usa sfidano la Francia anche sul nucleare: "Lo porteremo noi in Polonia e in altri Paesi Ue"

Today è in caricamento