Tav, la commissaria Ue: "Il governo mi ha assicurato che andrà avanti"

La titolare dei trasporti a Bruxelles rivela di aver parlato "già due volte" con il "ministro italiano", molto probabilmente Toninelli: "Onorerà gli accordi che sono stati siglati"

Dopo l'Ilva, un altro caso rischia di spaccare il Movimento 5 stelle. La commissaria europea ai Trasporti Violeta Bulc, infatti, ha rivelato che il ministro per le Infrastrutture Danilo Toninelli avrebbe promesso, nel corso di due colloqui Roma-Bruxelles, di realizzare la Tav Torino-Lione, opera che il M5s aveva detto di voler bloccare una volta al potere.

Le rassicurazioni

"Ho parlato con il nuovo ministro italiano già un paio di volte" della Tav Torino-Lione e ho "fiducia che troverà il modo migliore per andare avanti e per onorare gli accordi che sono stati firmati. Mi ha assicurato che non c'è da preoccuparsi, che l'Italia darà seguito agli impegni presi, ma naturalmente sto guardando con attenzione a quali saranno i prossimi passi", ha detto Bulc a margine della plenaria del Comitato economico e sociale europeo a Bruxelles.

La replica di Toninelli

A stretto giro di posta, è arrivata la precisazione di Palazzo Chigi: "Il ministro Toninelli si è sempre espresso facendo riferimento all'analisi costi-benefici in corso sulla Tav Torino-Lione e al contratto di governo che prevede di ridiscutere integralmente l'opera", è la dichiarazione raccolta da AdnKronos. Che pero' non chiarisce se l'ipotesi di bloccare la Tav sia ancora in piedi. 

Il progetto

La rete Ten-T, cioè le Reti di Trasporto Transeuropee (Trans-European Networks - Transport), continua la commissaria, "è essenziale per sviluppare davvero e in modo pieno le infrastrutture del mercato unico europeo. I trasporti sono uno dei fattori principali alla base del funzionamento del mercato unico. Quindi, chiedo sempre agli Stati membri di onorare gli accordi che sono stati firmati".

L'alta velocità Torino-Lione, prosegue la commissaria europea, "è un grande progetto, è estremamente importante e contribuirà molto alla libera circolazione delle merci, ma anche alla decarbonizzazione, che è uno dei motivi principali per cui supportiamo così tanto il trasporto su rotaia". "L'Ue contribuisce molto a questo progetto, che non si sarebbe mai realizzato senza il contributo dell'Unione. Spero - conclude - che il governo italiano dia seguito" al progetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Commozione e rabbia per il suicidio di Alysson in Belgio: "È il simbolo dei dimenticati della crisi"

  • L'Olanda legalizzerà la 'liquefazione' in alternativa alla cremazione o alla sepoltura dei morti

  • In Romania una persona su quattro non ha i servizi igienici in casa, in Italia in 360mila

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • “La Germania confina con l’Italia”, la gaffe della presidente della Commissione von der Leyen

  • Perché Polonia e Ungheria bloccano il Recovery fund (e i fondi per l'Italia). E cosa c'entrano i migranti

Torna su
EuropaToday è in caricamento