rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Energia

Gas e nucleare nella tassomia verde, Bruxelles: "Ne abbiamo bisogno"

Il vicepresidente della Commissione ribadisce l'importanza di utilizzare tale fonti per la transizione ecologica. Il no degli ecologisti

La Commissione europea prende tempo sulla decisione di inserire o meno il gas e il nucleare nella tassonomia, la classificazione in base alla quale verrà stabilito che cosa è un investimento 'verde' nell'Ue e che cosa invece non lo è. Ma ribadisce l'importanza di salvare queste fonti per portare avanti la transizione ecologica. Parole che ancora una volta attirano le critiche degli ecologisti.

"Allo stato attuale non c'è una data decisa" per la presentazione della proposta sulla tassonomia, ha detto il vicepresidente esecutivo della Commissione europea Valdis Dombrovskis, in conferenza stampa a Bruxelles. Come ha detto la presidente Ursula von der Leyen, ha proseguito, "abbiamo bisogno di fonti stabili di energia durante la transizione, come il gas". Una "proposta che coprirà il gas e il nucleare" verrà presentata "nel prossimo futuro", ha concluso

“La Commissione europea non ceda alle richieste dei Paesi che come la Francia vorrebbero spacciare il nucleare come una risorsa rinnovabile", replica a stretto giro l'eurodeputato dei Greens/EFA, Ignazio Corrao. "L’inclusione di nucleare e gas nella tassonomia verde ci condannerebbe non solo all'aumento di Co2, con tanto di produzione di rifiuti e rischi ambientali, ma anche alla dipendenza da Paesi terzi da cui importiamo il gas", spiega Corrao;  "Paesi come la Francia difendono il nucleare perché il nucleare ce l'hanno già e non hanno alcun interesse a puntare su forme di energia nuove e davvero pulite", aggiunge l'eurodeputato, che incoraggia la Commissione europea "ad avere coraggio e a rispondere a modo alle migliaia di giovani europei he vogliono in futuro verde e pulito".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gas e nucleare nella tassomia verde, Bruxelles: "Ne abbiamo bisogno"

Today è in caricamento