Martedì, 22 Giugno 2021
Ambiente

Tap, a Bruxelles bilaterale Ue-Azerbaijan. E la Puglia chiede sconto sul gas

Il Trans atlantic pipeline sul tavolo dell'incontro tra il governo di Baku e il Consiglio europeo. Ed Emiliano vuole compensazioni per la regione

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano / ANSA/ ANGELO CARCONI

La cooperazione economica tra Bruxelles e Baku, ma soprattutto il Southern Gas Corridor, che per l'Italia vuol dire Tap, il gasdotto che dall'Azerbaijan porterà il gas fino in Puglia e da qui al resto d'Europa. Sono i temi al centro dell'incontro di oggi nella capitale europea tra l'Alta rappresentante Ue Federica Mogherini e il ministro degli Esteri azero Elmar Mammadyarov. Un incontro che arriva all'indomani della richiesta avanzata a Bruxelles dal governatore pugliese Michele Emiliano di uno “sconto” sul gas da parte dell'Ue come compensazione per i costi ambientali ed economici della costruzione del Tap nella regione. 

Sconto sul gas

La richiesta di Emiliano, per la precisione, riguarda tutti i terroitori europei lungo i quali passano i gasdotti: a queste regioni, ha detto il governatore, devono essere “riconosciute compensazioni quantificabili in sostanziali riduzioni del prezzo del gas per consentire una migliore sostenibilità economica dei programmi di decarbonizzazione previsti dagli accordi di Parigi, nella prospettiva a breve-medio termine di un definitivo abbandono di tutti i combustibili fossili per la produzione di energia, come peraltro previsto nelle linee programmatiche proprio del nuovo Piano energetico e ambientale della Puglia”. 

Emiliano ha posto anche il problema della sicurezza dei gasdotti e degli impianti di decompressione del gas, che a oggi non rientrano nella direttiva Seveso, ossia le norme Ue che fissano parametri stringenti per prevenire disastri industrali. Nei mesi scorsi, Bruxelles aveva chiarito che la legge non riguarda i gasdotti, ma il governatore pugliese e diverse organizzazioni ambientaliste chiedono che almeno le stazioni di decompressione siano fatte rientrare nella direttiva. Del resto, è una stazione del genere quella scoppiata in Austria nel dicembre scorso.

Un acquedotto lungo il Tap

Emiliano ha poi rivelato che "stanno andando avanti" gli approfondimenti progettuali sull'idea da lui lanciata nei mesi scorsi di affiancare al Tap un acquedotto che colleghi l'Albania alla Puglia. Nei giorni scorsi "Acquedotto pugliese ha cominciato a incontrare alcune imprese che, in coordinamento col Governo albanese, probabilmente verranno incaricate" della costruzione dell'infrastruttura "a spese proprie".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

EuropaToday è in caricamento