Sabato, 23 Ottobre 2021
Ambiente

Il piano dell'Ue per trasporti più puliti: meno auto e aerei, più bici e treni

Bruxelles vuole almeno 30 milioni di veicoli a emissioni zero sulle strade europee, ma le associazioni di categoria sono scettiche: "Una visione che è molto lontana dalla realtà"

Una strategia per “modellare i trasporti del futuro” e renderli sempre più verdi. La Commissione europea ha presentato la "strategia per una mobilità intelligente e sostenibile" insieme a un piano d'azione che comprendente 82 iniziative che dovrebbero essere messe in piedi nei prossimi quattro anni.

Trasporti più puliti

“Ogni opzione di trasporto diventerà più pulita, aumenterà il numero di auto a emissioni zero, ma diminuirà quello di veicoli in circolazione sulle nostre strade a favore dei trasporti pubblici e delle biciclette con un incremento dei chilometri di piste ciclabili in Ue”, ha promesso il vicepresidente dell'esecutivo comunitario, Frans Timmermans, aggiungendo che verranno anche limitate le emissioni degli aerei “favorendo opzioni diverse di viaggio, soprattutto attraverso le reti ferroviarie". Come indicato nel Green Deal europeo, l'obiettivo è raggiungere una riduzione del 90% delle emissioni entro il 2050, ottenuta grazie a un sistema di trasporti intelligente, competitivo, sicuro, accessibile e a prezzi abbordabili.

Le tappe

Per farlo Bruxelles ha segnato alcune tappe. Entro il 2030 si dovrebbero avere almeno 30 milioni di automobili a emissioni zero sulle strade europee, 100 città dovrebbero essere a impatto climatico zero, il traffico ferroviario ad alta velocità dovrebbe raddoppiare in tutta Europa, si punta alla diffusione su larga scala della mobilità automatizzata e alla messa a punto di navi completamente ecologiche. Entro il 2035 Bruxelles promette che saranno pronti per il mercato aeromobili di grandi dimensioni a zero emissioni e che entro il 2050 quasi tutte le automobili, i furgoni, gli autobus e i veicoli pesanti nuovi saranno a zero emissioni, il traffico merci su rotaia raddoppierà e una rete transeuropea di trasporto multimodale (TEN-T) sarà pienamente operativa per trasporti sostenibili e intelligenti con connettività ad alta velocità. "In quanto spina dorsale che collega i cittadini e le imprese europee, i trasporti sono importanti per tutti noi. Le tecnologie digitali hanno il potenziale per rivoluzionare il nostro modo di muoverci, rendendo la nostra mobilità più intelligente, efficiente e anche più verde. Dobbiamo offrire alle imprese un quadro stabile per gli investimenti verdi che dovranno effettuare nei prossimi decenni”, ha dichiarato la commissaria per i Trasporti, Adina V?lean .

Le critiche del settore automobilistico

Il piano è stato però accolto con un certo scetticismo dalle associazioni di categoria. L'Ue ha "l'audace ambizione di avere almeno 30 milioni di auto a emissioni zero sulle strade nell'Unione europea entro il 2030. Purtroppo questa visione è molto lontana dalla realtà odierna", ha sentenziato Eric-Mark Huitema, il direttore generale dell'Acea, l'associazione che riunisce i produttori di auto del continente. In una nota l'Acea afferma che promuovere l'adozione di veicoli a emissioni zero è “un obiettivo pienamente condiviso dall'industria automobilistica dell'Ue, che dedica gran parte del suo budget annuale di ricerca e sviluppo di 60,9 miliardi di euro alla decarbonizzazione". Ma, secondo una ricerca dell'associazione, dei 243 milioni di autovetture sulle strade europee lo scorso anno, meno di 615.000 auto erano veicoli a emissioni zero (auto elettriche a batteria e auto elettriche a celle a combustibile messe insieme). Si tratta di circa lo 0,25% dell'intero parco auto. "Per raggiungere l'obiettivo della Commissione, avremmo bisogno di vedere un aumento di quasi 50 volte delle auto a emissioni zero in circolazione sulle nostre strade in soli 10 anni", ha spiegato Huitema aggiungendo come, "nonostante gli investimenti del settore in tali veicoli e la loro quota di mercato in crescita, non esistono tutte le condizioni giuste per fare un salto così massiccio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il piano dell'Ue per trasporti più puliti: meno auto e aerei, più bici e treni

Today è in caricamento