Rolls-Royce vuole creare 16 mini impianti nucleari in Uk (e 6mila posti di lavoro)

L'azienda sta facendo pressioni sul governo di Boris Johnson per ottenere autorizzazione e fondi, sostenendo chela loro costruzione potrebbe aiutare a raggiungere gli obiettivi climatici

Il progetto di uno degli impianti - foto Rolls-Royce

La Rolls-Royce è famosa in tutto il mondo per le sue auto di lusso, ma non tutti sanno che produce anche reattori nucleari che vengono usati solitamente per alimentare i sottomarini.

Il consorzio

Adesso l'azienda automobilistica, insieme a un consorzio di cui fa parte, sta spingendo perché il governo britannico autorizzi e contribuisca a finanziare la costruzione di 16 mini impianti nucleari nell'isola che, afferma, potranno produrre ognuno 440 MW di elettricità, sufficienti per alimentare una città di 450mila case, per 60 anni. Come racconta il Guardian insieme alle altre aziende del consorzio, che comprende anche la società di costruzioni Laing O'Rourke e il National Nuclear Laboratory, ha promesso la creazione di ben 6mila posti di lavoro in cinque anni garantendo che i reattori possono svolgere un ruolo importante negli sforzi del Regno Unito per combattere la crisi climatica producendo energia a zero emissioni dirette.

Problemi di sicurezza

Ed in effetti le centrali nucleari non hanno emissioni nocive, ma creano delle scorie che sono difficili e pericolose da smaltire, e inoltre creano tutta un'altra serie di problemi legati alla loro sicurezza e protezione. Inoltre l'energia generata dai reattori deve competere con le fonti rinnovabili come l'energia eolica e solare, i cui costi di installazione sono diminuiti drasticamente nell'ultimo decennio e non pongono alcun problema di sicurezza. Il mese scorso il Financial Times ha riferito che il governo era intenzionato a sostenere i piani della Rolls-Royce e investire tra 1,5 e 2 miliardi di sterline, come parte del piano in dieci punti di Boris Johnson per l'ambiente. Al momento però il problema più urgente della seconda ondata di coronavirus ha fatto saltare tutti i pani e ritardare i piani di revisione della spesa pluriennale del Tesoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Olanda legalizzerà la 'liquefazione' in alternativa alla cremazione o alla sepoltura dei morti

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • In Romania una persona su quattro non ha i servizi igienici in casa, in Italia in 360mila

  • “La Germania confina con l’Italia”, la gaffe della presidente della Commissione von der Leyen

  • Perché Polonia e Ungheria bloccano il Recovery fund (e i fondi per l'Italia). E cosa c'entrano i migranti

  • Sci, Austria contro l'Italia: "Nostri impianti resteranno aperti, se Ue ci obbliga ci risarcisca"

Torna su
EuropaToday è in caricamento