Rifiuti, danesi e tedeschi ne producono più degli italiani

Secondo i dati Eurostat relativi al 2017, nel nostro Paese la produzione pro-capite di spazzatura è sopra la media Ue. I più virtuosi i rumeni

Ogni anno, gli italiani producono 489 chili di rifiuti a testa, leggermente sopra la media Ue. Ma mai quanto i danesi e i tedeschi, che gettano nell'immondizia, rispettivamente, ben 781 e 633 chili di spazzatura a testa. E' quanto emerge da un'indagine dell'Eurostat relativa al 2017.

municipal waste generated-2

Sul fronte italiano, la buona notizia è che, rispetto a 12 anni fa, quando fu raggiunto il picco di produzione di rifiuti, i chili pro-capite sono diminuti (erano 546). Che sia frutto di un netto miglioramento nelle nostre abitudini o di un calo nei consumi dovuto alla crisi è questione da chiarire. Che vi sia un legame tra produzione di rifiuti e livello di reddito è più che un sospetto. Non a caso, in fondo alla classifica degli 'sporcaccioni' ci sono rumeni (272 chili pro-capite l'anno), polacchi (315) e cechi (344). Ma va detto anche che belgi e svedesi sono decisamente al di sotto della media Ue, segno che anche i comportamenti e le buone pratiche hanno un peso nel ridurre la produzione dei rifiuti. E i costi legati al loro smaltimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • George Clooney attacca Orban: “In Ungheria solo rabbia e odio”. La replica: “Consigliato da Soros”

  • Sci, Austria contro l'Italia: "Nostri impianti resteranno aperti, se Ue ci obbliga ci risarcisca"

  • Dopo il confinamento la Francia vede la fine del tunnel. In Spagna a gennaio partono le vaccinazioni

  • Neonazismo e antisemitismo: si dimette l'alleato olandese di Giorgia Meloni

Torna su
EuropaToday è in caricamento