Sabato, 24 Luglio 2021
Ambiente

Plastica rigida, l’Italia è il Paese che ricicla di più in tutta Europa

Un quarto dei polimeri plastici “rigenerati” nell’Ue vengono dalla nostra raccolta differenziata. Segue la Germania, terzo il Regno Unito

Confezioni di detersivo, bottiglie di latte, taniche e flaconi di sapone liquido. La parte più voluminosa della raccolta differenziata degli italiani si aggiudica il primo posto in Europa per quantitativi riciclati. Del totale di 1,7 milioni di tonnellate annue di plastica rigida in tutta l’Ue, un buon 25% viene dai rifiuti riutilizzati provenienti dalla Penisola. 

Il dato colloca l’Italia sul primo gradino del podio tra chi ricicla più, in particolare polietilene ad alta densità e polipropilene, a livello comunitario. La Germania è seconda, con il 22%, e il Regno Unito si aggiudica la medaglia di bronzo con il 15%. Meno virtuosi Spagna e Francia, che riciclano assieme il 22% (13 la prima e 9 la seconda), meno dei polimeri plastici differenziati e riutilizzati dalla sola Italia. I numeri sono stati diffusi da Plastics Recyclers Europe, organizzazione di categoria che rappresenta gli operatori del settore su scala comunitaria.

“La domanda di materiali riciclati è in aumento - garantisce Herbert Snell dell’organizzazione di Bruxelles - e si sta spostando verso una gamma sempre più ampia di applicazioni”. “Al fine di soddisfare questa nuova domanda e aumentare la qualità, sarà essenziale lavorare nella raccolta e progettazione per il riciclaggio”, ha aggiunto. Il riciclaggio delle materie plastiche in Europa è un business in rapida crescita con circa 3 miliardi di fatturato. Si calcola che in tutti i Paesi Ue vi siano 500 aziende operanti nel settore che impiega circa 18mila dipendenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Plastica rigida, l’Italia è il Paese che ricicla di più in tutta Europa

Today è in caricamento