rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
L'allarme

"In arrivo la più grave siccità della storia per l'Europa", l'allerta di Bruxelles

I dati di Copernicus, il programma Ue di osservazione della Terra, preoccupano la Commissione. Che si sta già preparando a far fronte a una nuova emergenza incendi

Ondate di calore, inondazioni, siccità, innalzamento del livello del mare: i cambiamenti climatici stanno modificando l'intensità e la frequenza degli eventi meteorologici estremi, influenzando le nostre condizioni di vita.“Copernicus (il programma Ue dell'osservazione della Terra, ndr) indica che la siccità che sta colpendo l'Europa potrebbe diventare la più grave della Storia”, ha detto il vicepresidente della Commissione Ue, Maros Sefcovic, intervenendo in Plenaria a Strasburgo nel dibattitto sulla siccità che sta colpendo l'Europa.

"L'Ue è impegnata perché si forniscano gli aiuti necessari" sulle catastrofi naturali ma "nell'ambito del meccanismo di protezione civile diamo una risposta dove c'è maggior bisogno". All'inizio di questa settimana, il programma di osservazione terrestre Copernicus dell'Ue ha avvertito che centinaia di milioni di persone sono state colpite da queste ondate di calore, "con implicazioni per la salute e il benessere, l'agricoltura e l'approvvigionamento alimentare, i prezzi e la domanda di energia e l'ecosistema naturale".

Ha dichiarato: "Ognuna di queste ondate di calore è sorprendente, sia per le temperature estreme raggiunte a livello locale, sia per la loro durata e/o per il loro inizio fuori stagione". Gli esperti di Copernicus hanno aggiunto che queste ondate di calore, pur essendo eccezionali, non sono inaspettate e probabilmente proseguiranno con il continuo riscaldamento del clima a livello globale. In Italia, la peggiore siccità degli ultimi 70 anni ha fatto sì che l'acqua salata del mar Adriatico tornasse a scorrere nel Po, danneggiando ulteriormente le colture distrutte dall'ondata di calore di inizio estate. In due anni le acque del fiume si sono ritirate a tal punto da far riemergere relitti risalenti alla Seconda Guerra Mondiale.

La situazione ha portato il governo italiano a dichiarare lo stato di emergenza in cinque regioni settentrionali - Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Veneto - stanziando un primo fondo di 36,5 milioni di euro per aiutarle ad affrontare la carenza idrica. "Lo stato di emergenza è finalizzato a gestire la situazione attuale con mezzi e poteri straordinari, con interventi di soccorso e assistenza alla popolazione colpita", ha dichiarato il governo.

Sefcovic ha affermato che quando si tratta di siccità l'Ue ha "il modo per rispondere a breve termine con misure di emergenza attraverso i nostri meccanismi di protezione civile e attraverso i nostri sistemi di allerta precoce recentemente rinnovati e aggiornati". A lungo termine, "quello che dobbiamo fare è ridurre il consumo di acqua. In agricoltura, dobbiamo guardare alla gestione sostenibile del suolo e alla copertura vegetale e dobbiamo investire, come è stato detto da molti, in colture resistenti alla siccità e ripristinare le aree danneggiate", ha affermato.

L'Unione europea si sta inoltre preparando ad affrontare una difficile stagione di incendi. "Dal 2017 abbiamo assistito agli incendi boschivi più intensi mai visti in Europa e purtroppo ci aspettiamo che la stagione degli incendi boschivi del 2022 possa seguire questa tendenza", ha dichiarato Sefcovic.

“La Commissione ha realizzato un meccanismo di risposta alle catastrofi naturali ma questo, solo, non è sufficiente perché l'adattamento climatico richiede un lavoro assieme alla natura, incentrato sulla prevenzione", ha continuato il funzionario. "Il meccanismo di protezione civile europeo prevede oltre 14 milioni di euro di sostegno per i Canadair e intendiamo acquistare altri 12 velivoli", ha spiegato Sefcovic secondo cui "quest'anno per la prima volta l'Ue finanzierà il riposizionamento di 240 unità di vigili del fuoco da Francia, Bulgaria, Finlandia, Norvegia, Germania e Romania verso la Grecia in luglio e agosto e questo è un ottimo esempio di preparazione alle catastrofi nell'ambito della solidarietà europea".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"In arrivo la più grave siccità della storia per l'Europa", l'allerta di Bruxelles

Today è in caricamento