Sabato, 16 Ottobre 2021
Ambiente

Non chiude la miniera di lignite, la Polonia dovrà pagare una multa Ue da 500mila euro al giorno

Sul giacimento di Turow è in corso un contenzioso con Praga per inquinamento ambientale. La Corte europea ha ordinato lo stop alle estrazioni

La Polonia dovrà versare alla Commissione europea mezzo milione di euro al giorno finché non avrà chiuso una miniera di lignite che continua ad estrarre il carbone fossile in barba alle regole Ue sull’impatto ambientale. Così ha deciso la Corte di giustizia dell’Unione europea, che ha condannato il governo di Varsavia a pagare la multa di 500mila euro al giorno “per non aver cessato le attività di estrazione della lignite nella miniera di Turow”. 

“Tale misura - si legge nella decisione della Corte Ue - appare necessaria per rafforzare l'efficacia delle misure provvisorie previste nell'ordinanza del 21 maggio 2021 e per dissuadere questo Stato membro dal ritardarne l’ottemperanza”. La miniera di lignite di Turow si trova in territorio polacco, vicino ai confini con la Repubblica Ceca e la Germania. Il contenzioso che ha portato alla condanna è iniziato con l’intervento del Governo di Praga dopo che “con una decisione del 20 marzo 2020, il ministro polacco per il Clima aveva concesso l'autorizzazione all'estrazione di lignite fino al 2026”. "Concedendo tale autorizzazione, la Polonia aveva violato il diritto dell'Ue sotto diversi aspetti" si legge nella decisione pubblicata ieri pomeriggio. Di qui l'intervento della Repubblica Ceca che "ha deferito la questione alla Commissione europea il 30 settembre 2020". 

Bruxelles a sua volta “ha ritenuto che, adottando una misura che consente una proroga di sei anni di un permesso di estrazione della lignite senza effettuare una valutazione dell'impatto ambientale, la Polonia avesse violato la direttiva sulla valutazione degli effetti di determinati progetti pubblici e privati ??sull’ambiente”. Dopo tale valutazione, “la Repubblica Ceca ha proposto un ricorso per inadempimento dinanzi alla Corte di giustizia”. 

“In attesa della sentenza della Corte che porrà fine alla causa - hanno precisato i giudici Ue - la Repubblica Ceca ha chiesto alla Corte di condannare la Polonia a cessare immediatamente le attività di estrazione di lignite nella miniera di Turow”. Lo scorso 21 maggio è quindi arrivato il sì dei giudici a quest’ultima richiesta, ma “la Polonia è venuta meno agli obblighi derivanti da tale ordinanza”. Con la decisione di ieri la Corte Ue ha condannato Varsavia “a versare alla Commissione una penale di 500.000 euro al giorno” fino a quando “tale Stato membro non avrà ottemperato all'ordinanza provvisoria”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non chiude la miniera di lignite, la Polonia dovrà pagare una multa Ue da 500mila euro al giorno

Today è in caricamento