menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fiume in Centro Italia. ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI

Fiume in Centro Italia. ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI

Il caso dell'inquinamento dei fiumi di Bevagna arriva in Europa

L'eurodeputato della Lega Nord Lorenzo Fontana chiede l'intervento della Commissione Ue

L'inquinamento dei corsi d'acqua nel territorio di Bevagna finisce sul tavolo della Commissione Ue. A sottoporre il caso all'esecutivo comunitario è l'eurodeputato della Lega Nord Lorenzo Fontana che lo scorso 6 settembre ha depositato un'interrogazione scritta chiedendo alla stessa Commissione Ue se "è a conoscenza della situazione in cui si trovano determinati fiumi italiani" e quindi, più in concreto, se "intende intervenire sollecitando le autorità competenti, in particolare quelle interessate al caso di Bevagna, al rispetto delle normative europee". 

"Da alcune segnalazioni di comitati", si legge ancora nell'interrogazione presentata dall'esponente del Carroccio, "si apprende che il livello di inquinamento dei fiumi di Bevagna, in provincia di Perugia, presentano livelli di inquinamento preoccupanti, che mettono in serio pericolo la vita di molti pesci e causano notevoli disagi anche alla popolazione della provincia. Bevagna è considerato uno dei borghi più belli d'Italia e il suo fiume più importante, il Teverone, sfocia nel più noto fiume Tevere".

Rispetto della direttiva Ue sulla qualità delle acque

Fontana chiama in causa Bruxelles perché solleciti l'Italia al pieno rispetto "della direttiva quadro sulle acque 2000/60/CE", la norma comunitaria che impone standard per la prevenzione del deterioramento qualitativo e quantitativo delle acque, per il miglioramento del loro stato e per assicurarne un utilizzo sostenibile. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento