rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Le conseguenze della guerra / Germania

In Germania è scontro sul prolungamento dell'utilizzo dell'energia nucleare

Il leader dell'opposizione ha chiesto di "fermare questa follia", ma il cancelliere Scholz ribatte: “Colpa del fatto che per anni avete frenato lo sviluppo delle rinnovabili”

"Politica folle!". Seminatori di "divisione". È scontro in Germania fra governo ed opposizione sulla decisione di mantenere in stand by due centrali nucleari di fronte alla crisi del gas russo. Il leader della Cdu-Csu, Friederich Merz ha tuonato in parlamento di "fermare questa follia", ma il cancelliere Olaf Scholz lo ha accusato di seminare divisioni in tempo di crisi e ha accusato i conservatri di aver reso necessaria questa decisione per aver frenato negli anni passati lo sviluppo delle rinnovabili.

La Germania cambia idea sul nucleare: 2 centrali resteranno in funzione

Al centro della polemica, la decisione di mantenere in stand by due delle tre centrali nucleari che avrebbero dovuto chiudere entro la fine dell'anno, invece di continuare a farle funzionare, per far fronte alla crisi scatenata dalla guerra in ucraina. Secondo Merz così si rischia di danneggiare irrimediabilmente lo status della Germania come Paese dove investire. "Chi parla di divisioni mette in pericolo la coesione del Paese, è la cosa sbagliata da fare, non dobbiamo sottovalutare il nostro Paese, i nostri cittadini. In tempi difficili il paese supera sé stesso, abbiamo una buona tradizione di stringerci assieme nei momenti di difficoltà", ha risposto Scholz.

Le tre centrali avrebbero dovuto chiudere nell'ambito del programma di graduale uscita dal nucleare, stabilito dal precedente governo di Angela Merkel, ex leader della Cdu/Csu. La chiusura dei rubinetti del gas russo, nell'ambito della crisi della guerra in Ucraina, ha riaperto la questione. Il socialdemocratico Scholz e il ministro dell'Economia, il verde Robert Habeck, hanno deciso di mantenere due centrali in stand by fino ad aprile, in caso di problemi con la rete elettrica nel sud della Germania. Ma i partner di governo del partito liberale Fdp chiedevano la loro piena operatività.

In Germania si è deciso l'abbandono di carbone e nucleare, ma voi della Cdu-Csu "non siete stati in grado di favorire l'espansione delle energie rinnovabili. Avete fatto battaglie difensive contro ogni singolo impianto eolico. E ognuna di queste battaglie danneggia il nostro Paese ancora oggi. Siete stati voi", ha tuonato Scholz, rivolgendosi all'opposizione cristiano-democratica. A suo avviso la Cdu ha la "completa responsabilità" degli errori del passato. Il cancelliere non ha nominato direttamente Merkel, di cui è stato ministro delle Finanze nell'ultimo governo, ma ha usato toni di rara intensità rispetto al suo stile abituale, e ha rivendicato il lavoro fatto dal suo governo negli ultimi mesi, "abbiamo risolto il problema prima ancora che vi accorgeste della sua esistenza".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Germania è scontro sul prolungamento dell'utilizzo dell'energia nucleare

Today è in caricamento