Auto diesel, governo: "Al lavoro per risolvere problema Euro 3"

Il ministro Costa a Bruxelles assicura che c'è intesa con il collega Toninelli per ridurre l'impatto dei vecchi modelli sui centri urbani. L'esempio della Germania che ha proposto una serie di incentivi per sostituire le vetture più inquinanti

"Quella dell'incentivazione o meno e della sostituzione delle vetture non dipende dal Ministero dell'Ambiente, ma è una competenza del ministero dei Trasporti. Almeno, in Italia è così. Per cortesia istituzionale, non posso dire cosa deve fare e come lo deve fare il ministro Danilo Toninelli, ci mancherebbe altro. Quello che posso dire è che c'è un buon accordo per farla, qualche cosa". Così il ministro dell'Ambiente Sergio Costa risponde, a margine di incontri istituzionali a Bruxelles, alla domanda se anche in Italia, dove in diverse aree sono scattati i divieti di circolazione per le vetture a motore diesel Euro3, si intenda fare come in Germania, dove ai programmati divieti si sono affiancati misure di incentivazione economica al rinnovo del parco auto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Però poi, nello specifico, dovete chiedere a Toninelli - continua Costa - perché sarei istituzionalmente scortese, e non è il mio stile. Ma vi assicuro che sta sul pezzo". Alla domanda se non fosse meglio coordinarsi prima, in modo da avere da una parte il divieto e dall'altra l'incentivo, e non solo il divieto di circolazione, Costa replica che "il divieto era un codice rosso: abbiamo un alert partito dall'Ue, e ahimé lo sapevamo, quindi non potevamo farne a meno. Ma addirittura le Regioni ce l'hanno chiesto. Poi c'è il percorso di condivisione tra Regioni, Stato, ministero dei Trasporti in questo caso, per poter aiutare il cittadino a non rimanere in grandi difficoltà. Però il codice rosso - conclude - rimane un codice rosso". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Ue "promuove" la Calabria sul Covid: unica regione verde in Italia e tra le poche in Europa

  • Il décolleté della premier divide la Finlandia: "Fa la modella invece di pensare al Covid"

  • Altro che Mes, l'Italia pronta a rinunciare anche ai prestiti del Recovery fund

  • Conte va via e lascia Merkel a rappresentare l'Italia al vertice Ue. La Lega attacca (ma è la prassi)

  • È vero che l'Ue vuole tassare la prima casa? Sì, ma solo se sei ricco

  • Il villaggio di Babbo Natale è in crisi per colpa del Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento