menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Billa Gates - foto Ansa EPA/FRANCK ROBICHON

Billa Gates - foto Ansa EPA/FRANCK ROBICHON

Basta lotta ad Aids e malaria, la fondazione di Bill Gates si occuperà solo di coronavirus

Il miliardario investirà tutte le sue risorse sulla pandemia: “Abbiamo preso un organizzazione che era concentrata su Hiv ed eradicazione della polio e l'abbiamo spostata sul Covid-19”

L'emergenza coronavirus è al più grande minaccia che il mondo sta afforntando in questo momento, per cui affrontarla e superarla deve essere la priorità. Partendo da questa convinzione Bill Gates ha deciso che la fondazione che gestisce insieme a sua moglie Melinda concentrerà “interamente” il suo lavoro sul Covid-19.

Ripercussioni sull'economia

Il miliardario-filantropo fondatore di Microsoft, lo ha annunciato in un'intervista al Financial Times in cui ha spiegato che la fondazione, che ha una dotazione di oltre 40 miliardi di dollari, concentrerà tutte le sue risorse e la sua attenzione sulla pandemia che egli teme possa costare all'economia globale "decine di trilioni di dollari". "Avremo economie con una livelli di attività enormemente ridotti per anni. Siamo assolutamente nell'ordine di decine di trilioni, il che è una cosa che sconcerta. Se me lo aveste chiesto 6 mesi fa, avrei pensato che fosse impossibile".

Tutte le energie sul Covid-19

Sebbene la fondazione abbia già destinato 250 milioni di dollari direttamente alla risposta al Covid-19, il suo impegno di fuoco in realtà è molto maggiore: "Abbiamo preso un organizzazione che era concentrata su Hiv, malaria, eradicazione della polio e l'abbiamo quasi completamente spostata a lavorare su questo", ha proseguito Gates raccontando ad esempio che “anche il nostro lavoro non legato alla salute, come l'istruzione superiore e le scuole K-12, è completamente mutato per capire come si facilita l'apprendimento online".

La difesa dell'Oms

Il 4 maggio ci sarà una conferenza delle fondazioni private che sono intenzionate a collaborare con gli stati, sotto l'egida dell'Organizzazione mondiale della Sanità, per provare a raccogliere 8 miliardi di dollari per sostenere gli sforzi per battere il coronavirus. Gates ha anche difeso l'Oma dalle accuse del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump e di altri, secondo cui l'organismo delle Nazioni Unite ha gestito male la risposta alla pandemia ed è troppo vicino alla Cina. "L'Oms è chiaramente molto, molto importante e dovrebbe effettivamente ottenere un sostegno extra per svolgere il proprio ruolo durante questa epidemia", ha detto Gates.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento