Venerdì, 22 Ottobre 2021
Ambiente

Coronavirus, aerei costretti a partire vuoti per non perdere gli slot. Ue: cambieremo le regole

La Virgin ha ammesso di aver fatto “voli fantasma” perché secondo le direttive comunitarie altrimenti avrebbe perso il diritto di partenza e atterraggio su diversi aeroporti

Aerei praticamente vuoti che però effettuano i viaggi normalmente, causando emissioni praticamente inutili nell'atmosfera, allo scopo di non perdere gli slot di volo. È questa la strategia che è stata adottata negli ultimi tempi da diverse compagnie aeree in seguito al drammatico calo delle prenotazioni dovuto alla diffusione del coronavirus in Europa.

L'ammissione della Virgin

La Virgin Atlantic ha confermato di aver messo in atto questa strategia per cercare di mantenere le aree di decollo e atterraggio nei principali aeroporti come Heathrow in quanto in base alle regole comunitarie se i voli non sono operativi, le slot vanno perse. Di sicuro non è stata l'unica compagnia a farlo, al punto tale che è dovuta intervenire la stessa Commissione europea.

Le nuove regole

L'esecutivo comunitario presenterà "rapidamente" una legislazione sugli slot aerei per aiutare il settore in sofferenza per il Coronavirus. "Vogliamo rendere più facile per le compagnie tenere gli slot anche se non operano voli, è una misura temporanea che aiuta l'industria e l'ambiente perché solleva la pressione sul settore e riduce le emissioni evitando gli aerei fantasma", costretti a volare anche senza passeggeri, ha annunciato la presidente Ursula von der Leyen.

Cancellate le rotte sull'Italia

Intanto sono molte le compagnie che dopo il decreto che ha stabilito di estendere la zona rossa a tutto il territorio italiano hanno deciso di sospendere le tratte verso il nostro Paese. La prima è stata la British Airways che ha annunciato la cancellazione di tutti i voli da e per la penisola, decisione seguita subito dopo dalla Ryanair, che sospenderà i voli da sabato prossimo fino al 9 aprile. Anche il governo spagnolo da mezzanotte vieterà tutti i voli diretti tra la Spagna e l'Italia fino al 25 marzo così come hanno annunciato anche Austria e Malta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, aerei costretti a partire vuoti per non perdere gli slot. Ue: cambieremo le regole

Today è in caricamento