In arrivo i contatori smart per monitorare i consumi (e risparmiare)

Più diritti ai consumatori: stop alle commissioni per cambiare fornitore. Nuovi limiti per le fonti fossili, 32% di energia rinnovabile entro il 2030

L'Unione europea si avvia alla creazione di un nuovo mercato unico dell’energia dove il 70% dell’elettricità potrà varcare facilmente i confini nazionali con la rete continentale che dovrebbe raggiungere entro il 2030 il 32% di energia prodotta da fonti rinnovabili. Nell'accordo raggiunto tra parlamento e Consiglio Ue vengono messi dei paletti sul futuro dell’elettricità di origine fossile, come il carbone: gli Stati non potranno più sovvenzionare le fonti di energia che causano emissioni superiori a 550 gr di Co2 di per kWh prodotto.

Importanti novità riguardano il rapporto tra fornitori e utenti. I consumatori europei avranno diritto all’installazione di contatori smart, cioè intelligenti, capaci di monitorare i consumi effettivi del contratto di utenza. Si potrà inoltre cambiare gestore in tempi brevi e senza costi di aggiuntivi: viene fissato un tetto massimo di tre settimane per il passaggio a un altro fornitore, che dovranno diventare 24 ore entro il 2026.  Piattaforme online e gratuite di comparazione dei prezzi permetteranno poi al consumatore di comparare le tariffe a seconda dei consumi monitorati dai nuovi contatori. Viene data anche la possibilità di sottoscrivere contratti di fornitura a prezzo variabile, proposti da compagnie con oltre 200mila clienti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Questo accordo fa bene al clima e al portafoglio”, rivendica Krišjānis Karinš, relatore del provvedimento. L'europarlamentare lettone sostiene che il nuovo sistema “aiuterà il passaggio a una produzione elettrica più pulita e renderà il mercato dell'elettricità più competitivo all’interno dei confini Ue”. Se approvata da Parlamento e Consiglio, la Direttiva andrà applicata dagli Stati membri entro la fine del 2020.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa tra turisti e polizia, in Belgio accesso alle spiagge limitato ai residenti

  • Scrive "vuoi sposarmi?" con 100 candeline, e la casa prende fuoco

  • Omicidi e guerre tra narcotrafficanti: in Svezia e Olanda è emergenza criminalità

  • Casi in aumento ma ai ravers non importa: tekno party con 10mila persone

  • Coronavirus, Londra cambia metodo di conteggio e si 'taglia' 5mila vittime

  • Per fermare il coronavirus in Galizia vietato anche fumare per strada

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento