Dalle bottiglie ai cruscotti, i 19 prodotti di plastica che l'Ue vuole rendere più riciclabili

Il settore degli imballaggi è in testa tra le tipologie di articoli che inquinano di più in Europa. Segue il settore edilizio, con porte e finestre in PVC, tapparelle e tubi

Dalle tapparelle alle reti e agli spaghi usati in agricoltura, dai paraurti delle auto alle vaschette di alimenti e ai flaconi di detersivo. La lista di 19 prodotti che l'industria europea della plastica si è impegnata a progettare in modo da poter recuperare e riciclare con più facilità arriva dalle stesse imprese, unite da un partenariato Ue per rendere il settore più sostenibile. L’individuazione dei prodotti è parte del lavoro dell'Alleanza europea per la plastica circolare, che riunisce 245 operatori tra imprese private e istituzioni pubbliche. L’iniziativa è nata nel dicembre 2018 su input della Commissione europea per portare il mercato Ue della plastica riciclata a 10 milioni di tonnellate entro il 2025.

La lista

Secondo le prime analisi del Centro Comune di Ricerca della Commissione europea, le 19 tipologie di prodotti individuati generano in Europa 16,2 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica l’anno, su un totale di 29,1. Si tratta di articoli comunemente usati nel settore agricolo, edilizio, automobilistico e del packaging.  Fanno parte di quest’ultimo ben sette tipologie di prodotti: dalle bottiglie per bevande alle confezioni per detersivi, ma anche tappi, vassoi e confezioni di prodotti lattiero-caseari (basti pensare al vasetto di yogurt). Quello delle costruzioni è il secondo ambito con più articoli inquinanti e prossimi a essere resi riciclabili: porte e finestre in PVC, materiali d’isolamento, tapparelle e tubi. Nella lista ci sono infine le parti di auto come cruscotti e paraurti o gli articoli più usati nelle zone agricole, come le reti.

Il progetto di riciclo

L'obiettivo di 10 milioni di tonnellate di plastica riciclata si potrebbe raggiungere, almeno in teoria, con questi 19 prodotti prioritari, a patto che le 16,2 milioni di tonnellate di plastica siano tutte raccolte separatamente e selezionate per il riciclaggio in Europa e che nessun materiale riciclato venga esportato entro il 2025.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • L'Olanda legalizzerà la 'liquefazione' in alternativa alla cremazione o alla sepoltura dei morti

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • In Romania una persona su quattro non ha i servizi igienici in casa, in Italia in 360mila

  • George Clooney attacca Orban: “In Ungheria solo rabbia e odio”. La replica: “Consigliato da Soros”

  • Sci, Austria contro l'Italia: "Nostri impianti resteranno aperti, se Ue ci obbliga ci risarcisca"

Torna su
EuropaToday è in caricamento